queenseptienna: (The Hateful Eight)
Titolo: Il fondo dell'anima
Fandom: Originale
Pairing: M/F
Rating: PG15
Link AO3
Sommario: Lea spiega a Jack che l'amore è tutta un'altra cosa.

Il fondo dell'anima )


Sketch

Feb. 19th, 2016 08:51 am
queenseptienna: (Kirk PEW)

Nuovi.



queenseptienna: (Jonh Doe)


Questa è una cosa che non avrei mai pensato di dire, ma ci sono un paio di cose che devo confessare prima di procedere a spiegare perché la serie di Orfani mi ha rotto il cazzo.
In generale mi è sempre piaciuto (l'ho sempre detto che di Recchioni leggerei pure la lista della spesa). Nonostante i troppi ammiccamenti a videogiochi, libri di fantascienza famosi e film, ho trovato la prima stagione eccellente. In uno stile davvero anni 90, ma comunque mi è piaciuta tanto e il finale di stagione mi ha sorpresa.
Con Ringo, titolo della seconda stagione, la serie ha iniziato a puzzare di pesce. 12 numeri in stile "La lunga marcia" (il primo però era davvero "infuocato") che fino al numero 9 si ripetevano sempre uguali (da qui è nata tra i miei amici la scherzosa definizione sul fatto che ormai leggessi Ringo per pura sindrome da Stoccolma), ovvero i tre mocciosi che si mettevano nei guai e paparino Ringo che correva a salvarli prendendosi una bella dose di mazzate. Però Ringo ha giocato tutto sul finale, con una serie di morti e scelte di sceneggiatura veramente efficaci.
La terza stagione, Nuovo mondo, è il motivo per il quale ho deciso di chiudere da qui all'eternità con questa serie e lo dico a malincuore. Rosa, l'unica sopravvissuta della covata, riesce in qualche modo a raggiungere il nuovo pianeta colonia e qui iniziano le sue nuove sventure fatte sostanzialente di "corri, Rosa, corri!" in una foresta aliena accompagnata da una lattina volante che mi ha fatto venire un attimo di nostalgia. Il problema è che Rosa è incinta. Tipo al settimo mese se non di più. Ha una pancia che deve trasportarla su una carriola, invece, in quanto (presunta) figlia di Ringo, non solo corre, salta e si arrampica come una scimmia, ma trasporta a spalla persone svenute e combatte contro mostri enormi pronti a mangiarsi lei e i suoi improvvisati compagni di viaggio.
Ora.
Mi rendo conto che in Bonelli il modello di eroina femminile è Giulia, ci sono quattro o cinque sceneggiatori che dal loro modo di scrivere posso dire con certezza che una donna vera non l'hanno nemmeno mai vista, ma una donna incinta al settimo mese non salta, non corre, non si arrampica e soprattutto non incassa con nonchalance codate di drago sul rimorchio anteriorie. Perché ci sono solo due cose che mi vengono in mente possano succedere e in entrambi c'è la morte di qualcuno.
Ma posso ancora fare finta di tenere accesa la mia sospensione dell'incredulità, dopotutto alla Marvel si sono inventati quella cagata immane di Spider Woman incinta. E poi ci lamentiamo di Manara?
L'ultimo numero che è uscito, Benvenuto nella giungla, è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Era successo anche a [livejournal.com profile] ewan_j con il romanzo di un altro autore Bonelli, ora è accaduto anche a me: ho letto Orfani e non mi ricordo niente.
Nulla.
Niet.
Nada.
Una tabula rasa che è avvenuta senza pietà nella mia testa nello stesso istante in cui ho chiuso il volume. Non ho idea di chi fosse lo sfigato protagonista di turno o se Rosa sia un passo dalle doglie perché non me lo ricordo. E questo, in storytelling, si chiama in un solo modo: fallimento. Mi sembra un ottimo motivo per risparmiare 4,50 euro al mese e spenderli in Morgan Lost che non solo è scritto meglio (parliamo di Chiaverotti, mica l'ultimo dei baluba), ma costa pure di meno.


P.S. anche su Dylan Dog mi è successa la stessa cosa, ma come un'idiota continuo a comprarlo nella speranza che i famosi "cambiamenti" paventati dal suo curatore si palesino.
Non lo stanno facendo.


queenseptienna: (Jacob Frye)
Prima, durante e dopo.
Autore disegni sconosciuto, colorazione mia.









queenseptienna: (Nux)
Prima, durante e dopo.
Disegni di Jae Lee, colori miei.







queenseptienna: (One Punch Man)
E' una vita che non faccio più recensioni, di manga poi. E' anche una vita che non leggo manga.
No, non è quella volta che vi parlerò di One-Punch Man (che ho visto e di cui sono rimasta fulminata sulla via di Damasco), bensì oggi vi parlerò di una pregevole opera dal titolo Museum, di Ryousuke Tomoe.


Per prima cosa partiamo dal formato: uscito di recente per i tipi della J-Pop in un cofanetto di pregio di tre volumi (serie conclusa), si tratta di un thriller urbano dai tratti horror che contiene anche due storie brevi (una thriller e l'altra creepypasta) sempre dello stesso autore.
Una cosa che mi ha convinta a comprarlo (oltre al fatto che mi è stato parlato MOLTO bene di questo manga) è stato anche lo stile di disegno: lontano dai tratti tipici del manga, questo fumetto si rivolge a un pubblico adulto e adulto è anche il disegno, molto realistico.


Hisashi Sawamura è un giovane poliziotto appena rimasto solo dopo l'abbandono da parte della moglie e del figlio. Si ritrova a indagare su due efferati omicidi che si compiono nel giro di breve tempo, con metodi completamente diversi e solo un foglio scritto a collegarli.
Mano a mano che i crimini salgono, Hisashi si ritrova in una posizione compromettente che mette a repentaglio la sua vita e quella di chi gli sta intorno.

Ryousuke Tomoe ha un senso della storia e della sceneggiatura che si avvicina moltissimo non tanto al fumetto quanto alla novelizzazione americana. I tagli, le scene, le scelte grafiche... sono tutte cose che ricordano più un libro di Stephen King, piuttosto che un manga (che ha dei tempi di riavvolgimento che tutti conosciamo).
La storia prende immediatamente: è realistica (soprattutto nella normalità dell'ambientazione urbana), cruda e senza mezzi termini. Si avvia subito e porta il lettore alla fine del terzo volume con una rapidissima escalation di colpi di scena molto ben congegnati fino a un finale al cardiopalma.
Il protagonista, Hisashi, è molto ben trattegiato dall'autore, che però ha lasciato in secondo piano tutto il resto, killer compreso. In ogni caso si riesce a sorvolare benissimo su questa cosa, perché le vicende di Hisashi sono coinvolgenti.

Passando ai due racconti presenti rispettivamente alla fine del volume due e tre: il primo si intitola Girl and Killer, una breve "fiaba crudele" dove un cecchino di professione si ritrova davanti una giovane prostituta e decide sul da farsi.
Il secondo è La nostra amicizia apparente, un racconto veramente ansiogeno dove è evidente la passione di Tomoe per i creepypasta.

Nel complesso un voto di 9/10, sono stata molto soddisfatta della lettura e lo consiglio.


queenseptienna: (There isnt tripe for cat)
Ho questo blog da sette anni.
Sette cazzo di anni.
Non so se rendo l'idea, ma è TANTISSIMO. Ho avuto relazioni che tutt'ora non raggiungono la quantità di tempo che ho perso dietro a questo blog XD
Che dire... un paio di rflessioni, come ogni anno: la prima è senza ombra di dubbio che Livejournal è morto. Defunto. Rinsecchito. Facebook lo ha ucciso malamente (e ancora mi ricordo quando non volevo iscrivermi né a quello né a Twitter e poi guarda come è andata a finire). Mi mancano i tempi lenti di questo blog, ma soprattutto mi mancano i suoi commentatori (perché so che c'è gente che legge, ma è il solito discorso del kudos: metto un pollice in su perché mi pesa il culo dire qualcosa). Sento proprio la mancanza di qualcosa che scorre più piano rispetto alla mia frenetica esistenza.
Quindi, come ogni santo anno, faccio voto di scrivere di più, di riprendere in mano le redini di questo posto e scrivere dei contenuti vagamente interessanti e non rianimarmi solo in epoca di p0rnfest.
queenseptienna: (Nux)
A short list.

  1. Mad Max - Fury Road

  2. The Hateful Height

  3. Star Wars - The Force awakens

  4. Kingsman - Secret Service

  5. Ex- Machina

SPECIAL MENTION: The Martian

...and I'm going to see Legend.

Gunslinger

Jan. 13th, 2016 10:00 am
queenseptienna: (Destiny)
Sempre dal mio sketchbook "da treno".




queenseptienna: (mShenko)
Title: Welcome back
Fandom: Mass Effect
Pairing: Kaidan Alenko/John Shepard
Rating: NC17
Warnings: Light BDSM, Biotics, Slash,Top Kaidan, Bottom Shepard, Mass Effect 3DLC: Omega
Word count: 1515
Beta: Pans
Summary: Shepard smiled at Kaidan. He was aware of how he appeared, full of scratches, armor battered and covered with blood not his own, a cocky smile and holding a rifle that would wet a Krogan’s undies. “Kaidan, here. Want to see my new rifle?”

Welcome back )

Dama

Jan. 11th, 2016 10:00 am
queenseptienna: (Robot)
Dal mio sketchbook "da treno". Come reference ho usato una gif che è passata su facebook.




queenseptienna: (The Hateful Eight)
Premessa importante: The Hateful Eight uscirà nei cinema italiani il 4 febbraio 2016. Io sono una di quelle stronze che ha fatto in tempo a scaricare il leak da torrent, quindi non leggete questa recensione se volete andare a vederlo al cinema perché sul serio, non dovrei nemmeno pubblicarla. Ma dopotutto chissene.



Vai col la trama: Qualche anno dopo la Guerra civile americana, una diligenza si fa strada nel paesaggio invernale del Wyoming; i passeggeri, il cacciatore di taglie John Ruth e la latitante Daisy Domergue, sono diretti verso la città di Red Rock, dove l'uomo, meglio conosciuto come "il boia", consegnerà la ricercata alla giustizia. Lungo la strada, incontrano due sconosciuti: il maggiore Marquis Warren, un ex-soldato di colore dell'Unione divenuto un famigerato cacciatore di taglie, e Chris Mannix, un rinnegato del sud che sostiene di essere il nuovo sceriffo della città. A causa di una bufera di neve, i quattro trovano accoglienza presso un rifugio di montagna, dove ad attenderli non vi sono i proprietari ma quattro facce che non hanno mai visto prima. Bob, colui che si occupa del locale in assenza della proprietaria, in visita a sua madre, è lì rintanato con il boia Oswaldo Mobray, con il cowboy Joe Gage e con il generale confederato Sanford Smithers. Mentre la tempesta divampa, gli otto viaggiatori impareranno come la loro destinazione non sia così facile da raggiungere. Tra tradimenti e inganni, dovranno cercare di sopravvivere alla situazione.

RECENSIONE )


queenseptienna: (Destiny)
Title: Raven
Pairing: Titan/Hunter
Characters: Male Awoken Titan, Male Human Hunter
Rating: NC17
Warnings: Slash, PWP, Smut
Word count: 1109
Beta: Pans
Summary: Sitting in a dusty room on the tower and busy drinking a beer that tasted more like piss than malt, Raven was approached by a Titan in the most stupid way someone could ever come up to.
"Hey, did it hurt when you fell?"

Raven )

Kaidan

Jan. 7th, 2016 10:00 am
queenseptienna: (mShenko)
Dal mio sketchbook "da treno".




queenseptienna: (Hannibal)
Volevo disegnare Lovecraft.
Mi è uscito Hannibal.




Profile

queenseptienna: (Default)
queenseptienna

December 2016

S M T W T F S
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25 262728293031

Syndicate

RSS Atom

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Aug. 18th, 2017 11:44 pm
Powered by Dreamwidth Studios