queenseptienna: (There isnt tripe for cat)
Mentre attendo che "Harry Potter e la maledizione dell'erede" sia il prossimo libro nella mia lista delle cose da leggere sul Kindle e che "Animali fantastici e dove trovarli" esca al cinema, ho avuto modo di leggere questo post di Ewan e avere una discussione in merito sia con lui che con Hush.


In vista della lettura della piece teatrale (perché di questo si tratta e non un romanzo), tutti e tre abbiamo deciso di rileggere interamente tutta la saga di Harry Potter, in inglese. Ho avuto una strana sensazione rileggendoli. Da un lato c'è stato il ritrovarsi con dei vecchi amici, un piacevole salto nel passato che mi ha fatto tornare in mente i bei momenti che ho avuto leggendo questi libri la prima volta. Dall'altro... non c'è più quella sensazione di meraviglia della prima lettura. Mi rendo conto che sia notevolmente ovvio, sia chiaro. Ma più volte mi è capitato di rileggere alcuni dei miei libri preferiti (due su tutti: Jane Eyre e Il nome della Rosa) e provare ogni volta una sorta di stupore da prima lettura nonostante sapessi cosa venisse dopo ogni singola parola.

Ma più di tutto c'è stato qualcosa che mi ha incosapevolmente convinta a infilare Harry Potter e la maledizione dell'erede in fondo alla mia lista di lettura: il fandom.
All'uscita della lista degli attori che avrebbero interpretato gli storici protagonisti di HP, mi sono resa conto di quanto questo fandom sia il cancro dell'umanità. Ho letto tante di quelle cazzate sia su social che su blog al punto da farmi sì prendere la mia copia (in inglese) del libro, ma da farmi passare la voglia di averci qualcosa a che farci.
La faccio molto breve, perché i punti sono due: quelli che si lamentavano di Hermione nera e le slasher. Gente che accusato la Rowling di non conoscere la propria opera (e la conseguente risposta di non aver mai detto di che colore fosse la pelle di Hermione, come se questo avesse qualche importanza visto che la bellezza del personaggio è la sua sorprendente INTELLIGENZA) quando l'unico motivo per cui in teatro un attore viene scelto è la sua capacità di interpretare il personaggio.
Poi ci sono le slasher, categoria di cui faccio parte anche io. Ma io, a differenza di queste persone so qual è la differenza tra l'opera originale e la mia fantasia. Per questo motivo esistono le fanfiction. Gente che ha fatto peste e corna su tumblr perche nel plot di Harry Potter e la maledizione dell'erede Scorpius e Albus Severus non sono finiti a buttarselo nel culo a vicenda.
So che è che è incredibile, amici fyccinari, ma il canon è una cosa. Le fanfiction sono altro. Per favore, non prendiamoci pretese di sapere o presumere con arroganza cosa un autore dovrebbe scrivere solo per assicurarsi che l'ormone nelle nostre mutande vemga scosso.


queenseptienna: (mShenko)
Titolo: The Lion and the Crow
Autore: Eli Easton
Genere: M/M, storico

In medieval England, duty is everything, personal honor is more valued than life itself, and homosexuality is not tolerated by the church or society.

Sir Christian Brandon was raised in a household where he was hated for his unusual beauty and for his parentage. Being smaller than his six brutish half-brothers, he learned to survive by using his wits and his gift for strategy, earning him the nickname the Crow.

Sir William Corbett, a large and fierce warrior known as the Lion, has pushed his unnatural desires down all his life. He’s determined to live up to his own ideal of a gallant knight. When he takes up a quest to rescue his sister from her abusive lord of a husband, he’s forced to enlist the help of Sir Christian. It’s a partnership that will test every strand of his moral fiber, and, eventually, his understanding of the meaning of duty, honor, and love.

Read more... )


queenseptienna: (mShenko)
Titolo: Making it Personal
Autore: K.C. Wells
Genere: M/M

(Personal #1)

Blake Davis is in the closet. And he’s going to stay that way. Because if his father finds out he’s gay, Blake could lose everything he’s worked so hard to achieve during the last six years as CEO of Trinity Publishing, the fastest rising star in the publishing firmament. Not that coming out wouldn’t solve a couple of problems. Maybe then his father would stop trying to set him up with yet another empty-headed, social-climbing girlfriend. And better still, Blake could stop using that escort agency when he wants a night of hot sex with a cute guy…

Will Parkinson has had a tough life so far, but he’s back on his feet. Okay, so he’s working as an escort – with ‘benefits’– to pay off his student loans, but that does have its advantages, such as the really hot guy who hired him. Yeah, Blake rocked his world last night – several times. So imagine how Will feels when he arrives to be interviewed for his dream job as PA in a publishing company, and the guy who’s hiring is….. Blake.

And then things get really complicated….


Read more... )


queenseptienna: (The Hateful Eight)
Titolo: Cuore infranto
Autore: Cate Ashwood
Genere: M/M

Serie Hope Cove, Libro 1

Oliver Parrish è solo al mondo da quando è nato. Quando lo sceriffo Owen ‘Mack’ Macklin si presenta sui gradini di casa sua per dargli la notizia che sua sorella è morta, rimane sconvolto. Decide comunque di andare a Hope Cove, nel Maine, sperando di imparare a conoscere quella sorella che non ha mai saputo di avere. Mentre cerca di incastrare questi nuovi elementi nella sua vita solitaria, non è certo che si adatteranno perfettamente.

La sua vita viene scombussolata ancora di più quando s’innamora dell’irresistibile cittadina di Hope Cove e di Mack, l’ugualmente irresistibile sceriffo. Ma quando riceve la devastante notizia delle vere cause della morte della sorella, Oliver non sa se rimanere a combattere per l’amore e una vita piacevole, o limitare i danni e fuggire.

Read more... )
queenseptienna: (mShenko)
Titolo: Occhi di ghiaccio
Autore: Susan Moretto
Genere: M/M romance

Quando Jess si ritrova sul set del film Occhi di Ghiaccio, crede di avere davanti l’opportunità della vita: il suo romanzo più famoso approda al cinema catapultandolo nell’Olimpo degli scrittori.
Ciò che non si aspetta, però, sono le attenzioni di Adam, l’attore protagonista del film, affetto dal peggior caso di colpo di fulmine mai visto.
Nonostante tenti di rifiutare l’attore e ciò che inizia a sentire per lui, Jess si rende conto di non potersi opporre all’attrazione che prova, e soprattutto ai sentimenti, e si arrende ad Adam.
Ma riuscirà a sopportare di dichiararsi, non ad Adam, ma al mondo intero? Riuscirà ad accettare se stesso e a farsi accettare dagli altri?

Read more... )

queenseptienna: (Kurt Russell)
Titolo: La ragazza che sapeva troppo
Autore: M.R. Carey
Genere: zombie, post-apocalittico

Melanie, dieci anni e un quoziente intellettivo altissimo, ogni mattina aspetta paziente nella stanza dove vive chiusa a chiave che la vengano a prendere per portarla a fare lezione.
Ma non è una gita di piacere, gli incaricati la legano a una sedia a rotelle mentre il sergente Parks la tiene di mira con una pistola carica. In classe ci sono altri ragazzini, legati come lei a una sedia e incapaci di liberarsi in attesa di essere sottoposti ai test medici della dottoressa Caroline Caldwell, che sta disperatamente cercando una cura all’epidemia. Fuori da lì il pianeta, infatti, a causa di un virus sconosciuto, ha visto la trasformazione della maggior parte delle persone in esseri senza coscienza che si nutrono di carne umana. Melanie è la prossima detenuta destinata alla dissezione, nonostante la sua insegnante si sia opposta con tutte le forze a questa pratica atroce, nella speranza di salvarla. E proprio quando tutto sembra davvero perduto, Melanie riuscirà a fuggire. La ragazzina diventerà il nuovo leader della rivolta? E il genere umano sopravviverà?


Read more... )

queenseptienna: (Nux)
Titolo: La strada
Autore: Cormac McCarthy
Genere: post-apocalittico

Un uomo e un bambino viaggiano attraverso le rovine di un mondo ridotto a cenere in direzione dell'oceano, dove forse i raggi raffreddati di un sole ormai livido cederanno un po' di tepore e qualche barlume di vita.

Trascinano con sé sulla strada tutto ciò che nel nuovo equilibrio delle cose ha ancora valore: un carrello del supermercato con quel po' di cibo che riescono a rimediare, un telo di plastica per ripararsi dalla pioggia gelida e una pistola con cui difendersi dalle bande di predoni che battono le strade decisi a sopravvivere a ogni costo.

E poi il bene più prezioso: se stessi e il loro reciproco amore.


Lo so, non recensisco più libri da una vita e la verità è che Scrittevolmente mi aveva letteralmente prosciugato la voglia di leggere (oltre a quella di vivere). Da qualche tempo, in seguito alla sua chiusura, ho ricominciato finalmente a gettarmi sulla narrativa, in particolar modo su questo titolo di McCarthy che mi era stato caldamente consigliato dal mio amiketto Ewan.

Read more... )


queenseptienna: (Kirk PEW)
Quella de L'uomo di Marte è la prima recensione su un libro che scrivo da almeno un anno. Questo perché questo è il primo libro che leggo con piacere da altrettanto tempo.
Ho iniziato a leggerlo per il semplice fatto che ho saputo che ne verrà fatto un film con Matt Damon in uscita il mese prossimo, per tanto volevo essere preparata.

La trama, ci aiuta Wikipedia, è semplice:

L'astronauta NASA Mark Watney, ingegnere meccanico e botanico della missione Ares 3, la terza missione a portare l'uomo su Marte, viene abbandonato sul pianeta rosso dagli altri membri dell'equipaggio. La base, situata nella Acidalia Planitia, è infatti colpita da una violenta tempesta di sabbia, i cui venti superano i limiti di velocità tollerabili dal Mars Ascending Vehicle (MAV), il veicolo destinato a riportare in orbita marziana l'equipaggio. Durante l'evacuazione della base, il riflettore dell'antenna principale dello Hab (Martian habitat) viene strappato dal suo alloggiamento dalla forza del vento e si schianta sulle antenne minori; una di queste colpisce Watney e lo allontana dai compagni, trafiggendogli (ferendolo) la tuta e danneggiandone i sistemi di monitoraggio dei parametri vitali. Gli altri cinque membri della missione lo credono così morto, e, per non rischiare a loro volta la vita, decidono dopo una vana ricerca di abbandonare la base senza recuperarne il corpo.

Read more... )
queenseptienna: (Hannibal)
Non c'è il due senza il tre e dopo Mechanical Automatism, riprendiamo con la promozione di Bite Hard!

L'ebook sarà disponibile gratuitamente su Amazon da oggi fino al 20 maggio 2014 a questo indirizzo!


Prendete un vampiro millenario, ma non particolarmente intelligente e un procuratore della Repubblica con un passato decisamente biblico e fuori dal comune. Aggiungete una spolverata di M/M e di trash allo stato puro. Blasfemia quanto basta.


Bite Hard non è un romanzo serio. Non è un esercizio di stile, un romanzo di formazione o un intricato intreccio narrativo. Bite Hard è un libro trash, e come tale va considerato. O crack, se siete avvezzi a terminologie di strada.
Scritto per far ridere, ecco che cos'è. Un coacervo di citazioni a citazioni dentro le citazioni. C'è di tutto qua dentro, insieme al sesso gay, la blasfemia e il linguaggio volgare: c'è Tarantino, Vampiri la Masquerade, Alien, Mulan, Angel Sanctuary e soprattutto c'è Dogma, insieme a una miriade di altre cose. Il paradiso del nerd medio.
queenseptienna: (Fallout)
Mechanical Automatism è la seconda edizione di Automatismo Meccanico, scritto a quattro mani con la mia socia a delinquere [livejournal.com profile] livin_derevel.

Dopo la recente partecipazione a un premio letterario che non abbiamo vinto per inferiorità numerica (è una storia lunga), Mechanical Automatism ha vissuto letteralmente tre mesi d'oro nella classifica di Amazon. Cosa fare per festeggiare?

Da oggi fino all'8 aprile 2014, è possibile scaricarlo gratis per Kindle a questo indirizzo!

Aiutateci a diffondere gratuitamente il nostro lavoro, ve ne saremo eternamente grate!
-------------

"Un omaggio romantico a "L'uomo bicentenario" di Isaac Asimov.

Edgar è un robot piuttosto particolare. Lord Thompson è colui che lo ha disgraziatamente comprato, cercando di fare di lui un maggiordomo, ma non tutto va come deve fra i due. Soprattutto le pulizie.
Romanzo breve di genere steampunk a tematica omoerotica, è ambientato in una Londra vittoriana diversa da come la conosciamo, tra carrozze elettriche e governanti mutanti.
E Dio non è mai quel che sembra."
queenseptienna: (Hannibal)
Ieri, all'età di 66 anni, Tom Clancy ci ha lasciati.
Ora, non voglio fare la special snowflake (grazie a Nari per il termine) che in genere la gente diventa quando muore qualcuno di famoso senza mai aver sentito/visto/letto qualcosa che ha fatto.

No, Tom Clancy si pone nel mio personale Olimpo di scrittori preferiti, uno che con la saga di Jack Ryan mi ci ha fatta crescere e grazie a Op-Center e Splinter Cell mi ha fatta innamorare del thriller militare (o techno thriller).
Era il lontano 1998, avevo 12 anni e mi fu regalato un videogioco dal titolo "Tom Clancy's Rainbow Six". Un gioco che letteralmente SFONDAI di partite, qualcosa di speciale, ma quello che mi fregò fu, un mese più tardi, andare per librerie con madre e trovare un libro con quel titolo e con quell'autore. Me lo feci comprare e lo divorai nel giro di poco.
Da lì all'andare in biblioteca e risalire a "La grande fuga dell'Ottobre Rosso" fu un attimo e da quel momento ho atteso con ansia ogni sua pubblicazione, di tutte le serie.

Davvero, il mondo dovrebbe sentire sul serio la mancanza di quest'uomo.
queenseptienna: (Glee - Finn - Facepalm)
Che Giunti-Y non sia una CE campionessa nella scelta dei propri titoli è ormai appurato (come non citare l'indimenticabile "Gli zombie non piangono"?), ma non lo è nemmeno delle copertine.
La cover in questione è quella di Cuore di tenebra di Joseph Conrad, la cui copertina ha turbato fortemente la mia esistenza.


Credo che se siete un minimo intelligenti avrete già colto il problema.
Se non lo avete colto ve lo esplico: quello nella copertina è Josh Halloway, noto per aver interpretato James Ford - "Sawyer" in "Lost", dal quale proviene anche l'immagine (mi sono bastati meno di 30 secondi su google).
Ebbene, cara Giunti-Y. Sei riuscita a capire come spendere i prossimi guadagni in cause legali.
queenseptienna: (Lo Hobbit - Thorin)
Quella santa donna di Alexia, per il mio compleanno mi ha regalato 50 copie stampate di Vae Victis.
Naturalmente sono disponibili per essere comprate, ma non avvalendosi la Mela di un circuito distributivo e non dovendo nemmeno esistere queste copie perché a livello teorico è solo digitale, faccio questo post per permettervi di acquistarle da me.

Il prezzo del libro è 10 euro + 1,28 di piego di libri.

Per richiedere una copia, mandate una mail a queenseptienna@gmail.com con il vostro indirizzo e il numero di copie desiderato. Procederò in seguito con Paypal a fare tutto il resto.


queenseptienna: (GD Billie EVIL)
Tra Natali, onomastici e altre cose... ho gettato un occhio al mio profilo e ho scoperto che DUN DUN DUN oggi è il compleanno di Horseshoes and Heartgrenades, che oltre a essere il titolo di una canzone dei Green Day, è anche il nome definitivo di questo blog.
Il mio diario online compie la bellezza di quattro anni, anni in cui lo tradito ripetutamente con Blogger e Wordpress, ma alla fine... beh, ci sono fin troppo affezionata a questo posto che conta ormai sui 1000 post e si attesta sulle 700 visite giornaliere (grazie LJ Stats, per una volta sei stato utile).

Facciamo un po' di memorie, come si suol dire: il blog è nato il 25 gennaio del lontano 2009, per un'occasione piuttosto stupida a dire il vero, postare su uno spazio mio la fanfiction "Red Snow", la mia prima James/Severus. Mi ricordo che era un giorno in cui nevicava, nella città dove ho ambientato il Survival Blog. Era un po' un giorno di merda, con una situazione sentimentale/finanziaria di merda e con il solo scopo di evadere da una realtà di merda.

Con il tempo il blog è cresciuto, ma fino alla metà del 2012 è stato sempre e solo dedicato alle fanfiction, ai miei sfoghi personali, alle guerre tra fanwriter e alle ship wars. Poi è diventato qualcosa di davvero intimamente mio.
Tra queste pagine sono passate migliaia di persone (come attestano i quasi 5500 commenti presenti), tra cui amici, ex amici, gente che mi stava sulle palle e gente che mi sta sul cazzo ancora adesso, sconosciuti, autori, editori... insomma, davvero chiunque, persino mia madre.

Questo blog è stata la mia ancora di salvezza per gli sfoghi davvero intimi e privati, dove qualcuno è arrivato a tendermi la mano quando ne ho avuto più bisogno, ovvero nel novembre 2010.

Ho dato tanto e mi è stato dato tanto, sia in termini di affetto, sia di odio.

Con questo compleanno voglio inoltre fare un annuncio: probabilmente non scriverò più fanfiction, tranne quella volta all'anno in cui il p0rn Fest farà la sua comparsa. [livejournal.com profile] thestaticage_ff rimarrà a imperitura memoria di anni di onesto fanwriting, ma temo non verrà più aggiornato, né ho intenzione di iscrivermi a challenge, contest e altre menate (a parte il p0rn fest, si intende).
Ho deciso di dedicarmi interamente alla scrittura professionale e al campo editoriale. Questo non significa che non posterò più storie. Ho scritto gratis per anni e continuerò a farlo. La saga di Soft Nightmare è un palese esempio, così come lo è Verbatim. Sarà quindi La Mela Avvelenata, nuova casa editrice digitale che vi ho spammato ieri, il nuovo contenitore delle mie storie gratuite e non, tutte originali e non più fanfiction.
Semplicemente voglio dedicarmi ad altro, più precisamente a qualcosa di mio e basta.

Grazie per ogni cosa che avete fatto per me e per questo blog!

queenseptienna: (GD suicide)
SABATO 22 DICEMBRE - ORE 10 - 19

SOLO PER I SOPRAVVISSUTI

Anche quest'anno il Lupo Rosso festeggia il Natale con frizzi& lazzi e l'inaugurazione della Parete degli Amici del Lupo ;D

Oltre al consueto buffet, quest'anno proponiamo uno scambio dei regali collettivo!


Portate un pensierino di max 5,00 euro, consegnatelo alla cassa del
Lupo e vi verrà dato un bigliettino. L'estrazione dei regali,
assolutamente a sorpresa, avverrà dopo la presentazione di D-Doomsday.


h. 15.00 Presentazione D-Doomsday con presenti gli autori: Daniela
Barisone, Alexia Bianchini, Paola Boni e Valentina Di Martino.

https://www.facebook.com/pages/D-Doomsday-AA-VV/409803262405026


----------------------

Lupo Rosso
via Alessandro Volta 1/H, 10121 Torino


queenseptienna: (Mika sexy)
Titolo: A nudo per te
Serie: Crossfire
Autore: Sylvia Day
Editore: Mondadori
ISBN: 9788804625346
Numero pagine: 350
Prezzo: 14,90 €
Voto:

Trama: Lei è Eva Tramell, giovane neolaureata che sta per iniziare il suo primo lavoro in un’importante agenzia pubblicitaria a Manhattan.
Lui è Gideon Cross, carismatico e affascinante uomo d’affari, proprietario dell’agenzia e del lussuoso palazzo in cui entrambi lavorano.
Quando si incontrano, l’attrazione tra loro è istantanea e irresistibile, di quelle che non lasciano scampo. Gideon desidera Eva sopra a ogni cosa, ma rifiuta qualunque coinvolgimento sentimentale, perché non vuole mescolare sesso e amore.
Eva, dal canto suo, è travolta da una passione che non pensava avrebbe mai provato, ma non accetta di farsi tratta…

SCARICA IL PRIMO CAPITOLO

La recensione QUI.

queenseptienna: (Robot)


Benvenuti al quinto episodio di Booksclub – quelli con gli occhiali!

Abbiamo deciso di riprendere il format di Vaginal Fantasy Hangout di Felicia Day e di creare la prima versione italiana dello stesso, parlando forse non di libri propriamente vaginali (contenenti una forte storia d’ammmmmore), ma quasi.

Il libro di cui abbiamo discusso è Kayla 6982 di Karen Sandler.

queenseptienna: (There isnt tripe for cat)
Titolo: Gli zombie non piangono

Autore: Rusty Fischer

Editore: Giunty Y

ISBN: 9788809768857

Num. Pagine: 243

Prezzo: 12 euro

Voto:

Trama: Maddy Swift è una studentessa un po’ imbranata, che frequenta il liceo della tranquilla cittadina di Barracuda Bay e ha una cotta per il nuovo ragazzo della scuola. Quando Stamp la invita a una festa, la sua vi­ta è destinata a cambiare per sempre. Piove a dirotto e Maddy, tutta agghindata, esce di nascosto dal padre. Dopo essersi persa diverse volte, finalmente intravede le luci della festa e viene colpita in pieno da un fulmine. Appena si risveglia, si ritrova con la faccia in una pozzanghera, stordita e completamente inzaccherata. Ma il fango è l’ultimo dei suoi problemi: è quel buco fumante nel cranio, il cuore che non batte più e i polmoni che non funzionano a farle sorgere qualche sospetto... Una volta a casa, dopo una rapida ricerca in rete, scopre con raccapriccio di essersi trasformata in una delle creature che più la spaventano: una morta vivente. Gli zombi non piangono, ma fanno ridere tantissimo.



Trovate la recensione QUI.

Profile

queenseptienna: (Default)
queenseptienna

December 2016

S M T W T F S
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25 262728293031

Syndicate

RSS Atom

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Aug. 18th, 2017 11:52 pm
Powered by Dreamwidth Studios