queenseptienna: (What's my perversion?)
La presentazione collettiva a Diffusione Cultura che si è tenuta questo sabato a Milano è andata veramente bene per Automatismo Meccanico, il libro mio e di [livejournal.com profile] livin_derevel .
Ho avuto il piacere di vedere in faccia per la prima volta la mia donnaH xD inoltre ho potuto conoscere anche gli atri scrittori che presentavano con noi e ci siamo divertite molto, nonostante il caldo bastardo che c'era.
Abbiamo trovato anche le nostre fan (di Livin, a me non mi caga nessuno v.v") e grazie a questa presentazione sono successe un po' di cose:

1) abbiamo trovato un nuovo possibile editore per Bite Hard;
2) abbiamo venduto;
3) il libro è richiesto nelle librerie
4) mi hanno offerto di fare da modella!!!!11!1!1!1 A che mi chiedo chi è lo scemo che mi piglia, MA VABBE'.

Foto della presentazione (a sinistra ci doveva essere Diego Bortolozzi ma è venuto tagliato c_c):
I miei polpacci da calciatore e Maka che guarda i satelliti )


E ora foto di famigliaH. A sinistra Nautilus (Ivan), poi KillerQueen (Viola), [livejournal.com profile] the_great_hush  (Alex) e me XD
Se fosse ancora tutto come prima, questo sarebbe uno dei rami principali del Writer's Dream.
La famigliaH! )


Ecco qua poi [livejournal.com profile] livin_derevel  in compagnia del Dottor House (che sapendo di noi è accorso per farci fuori con un bisturi) ed Erica *O*
Perch noi c'abbiamo House! )


E per concludere io e [livejournal.com profile] livin_derevel , con l'auspicio di rivederci quanto prima *_*
Sayonara XD )
queenseptienna: (Chad Kroeger - black)
La gente va e viene. Così come sono sempre stata fermamente convinta che tutti siano utili e nessuno indispensabile. Io non sono indispensabile, non ho mai creduto un solo istante di esserlo. Il WD non è mai stato una creatura mia, anche se gli ho dedicato così tanto amore per farlo crescere che ad oggi mi chiedo dove posso aver tirato fuori.
Sono sicura e certa che a Writer's Dream ci saranno persone che sapranno fare meglio di me il mio lavoro.
E' stata una scelta sofferta, forse avrei dovuto essere meno orgogliosa, ma è inutile fingere di essere una pia donna quando non è vero.
Non dirò che non mi dispiace, perché andare via dal WD è stato come tagliarmi un braccio, ma ho tanti progetti da realizzare, tanti sogni che diventeranno realtà.

In fondo però si dimenticheranno in fretta di me.


Non mi aspettavo certo una simile dimostrazione di affetto da parte dell'utenza, ma ho avuto modo di ringraziarli tutti.
queenseptienna: (Sono un deviato e ne vado fiero)
Tessisogni è il nuovo concorso organizzato da Scrittevolmente in collaborazione con Writer’s Dream. La giuria, composta dalle scrittrici Moony Witcher, Lara Manni e Laura Schirru, decreterà i racconti vincitori che andranno pubblicati in un’antologia – con la possibilità di essere pubblicata da Salani – e il vincitore di uno splendido netbook di ultima generazione.

Il concorso
Il tema del concorso è “fate e ninfe”, il che implica che la protagonista (o le protagoniste) del racconto siano una fata o una ninfa. O entrambe, il vostro unico limite è la fantasia. Anche per i generi non ci sono limiti: potete spaziare in qualunque genere preferiate. Steampunk, giallo, comico, rosa, noir, splatter… Anche qui, nessun limite.

La lunghezza
Dalle 5000 alle 8000 parole. Parole, non battute, non caratteri.

Il costo
La quota di partecipazione è fissata a 10,00€. Chiunque sia in possesso di un account su un sito di fanfiction (EFP o altri) può richiedere il dimezzamento della quota e pagare solo 5€. L'account deve essere stato creato PRIMA del 01/04/2011 e deve contenere almeno una storia (fanfiction o originale) pubblicata sempre prima di tale data.

Siti convenzionati:

- EFP
- Nocturne Alley
- Accio Fanfiction
- Fanfiction.net
- Fanfic Italia

I premi
In palio per il miglior racconto in assoluto un netbook di ultima generazione, offerto da Scrittevolmente. I racconti scelti dalla giuria verranno pubblicati in un’antologia, che se giudicata positivamente dalla casa editrice potrà essere edita da Salani. In caso contrario, l’antologia uscirà per I love books. Ogni vincitore riceverà gratuitamente una copia.

La giuria
La giuria è tutta al femminile, e composta da grandi scrittrici: Moony Witcher, famosa autrice per ragazzi che ha dato vita a Nina, la bambina della Sesta Luna, a Geno e a Morga; Lara Manni, scrittrice e fanwriter proveniente da EFP, che ha pubblicato Esbat e Sopdet; e Laura Schirru, anche lei fanwriter oltre che scrittrice e autrice della trilogia delle Cronache di Davidia. Tre scrittrici, tre autrici di fantasy.

I tempi
Il concorso inizia oggi, venerdì 1 aprile 2011 e termina il 30 novembre 2011.

Il bando
Il bando del concorso è scaricabile a questo link.

 

Bite Hard

Mar. 15th, 2011 02:06 pm
queenseptienna: (Vampiri - Lestat e Louis)
Io e [livejournal.com profile] livin_derevel siamo due menti sempre all'opera... per cui l'ho obbligata (povera amora XD) a immergersi nelle profondità di [livejournal.com profile] snightmare e scrivere una nuova avventura di Septienne.
Il risultato è stato irriverente, demenziale, blasfemo e con un vago sapore di bestemmia... ma lo abbiamo finito e lo abbiamo intitolato Bite Hard.
L'ho spedito a un po' di editori, incrociamo le dita e speriamo in bene v,v e se dovesse andare male, c'è sempre il caro buon vecchio Lulu XD
queenseptienna: (GD BJ wha?)
QUI sul Writer's Dream si parla di bellezza delle donne e come usarla per farsi strada nella vita (la mia opinione la trovate, indignata, qualche messaggio sotto).

Deadcities ha postato poi un video che mi ha francamente turbata e mi ha fatto profondamente vergognare della mia parte politica °_°


queenseptienna: (Robot)

« Stammi a sentire Montag: a tutti noi una volta nella carriera, viene la curiosità di sapere cosa c’è in questi libri; ci viene come una specie di smania, vero? Beh dai retta a me Montag, non c’è niente lì, i libri non hanno niente da dire! »

(Post copia-incolla da Writer's Dream a opera di
[livejournal.com profile] joseph_lenoir )

Lo riconoscete? Ne sentite l’odore? E il rumore?
La carta che brucia, crepita ed emana quell’essenza un tempo tanto diffusa, avete presente, no? Quei bei roghi dove tanti libri “eretici” (per i flamer: si notino le virgolette, grazie) venivano gettati, in confronto l’odore del napalm alla mattina non vale niente.

Ray Bradbury ci ha pure scritto un libro, Fahrenheit 451, che guarda caso è il libro da cui abbiamo colto la citazione iniziale di questo post.
 

Sapete, non sapevamo che scrivere a proposito della proposta portata avanti a Martellago da un consigliere del Pdl, Paride Costa e da un cittadino, Roberto Bovo.

Essere indignati? No, non è il caso, l’indignazione raramente serve a qualcosa.
Arrabbiati? Anche, va bene che “dobbiamo essere tutti uguali, l’unico modo di essere felici e di sentirci tutti uguali” e che per farlo “dobbiamo bruciarli, Montag. Fino all’ultimo” ma sapete, una soluzione del genere non soddisfa me in primis e questo blog in secundis.

Preoccupati? Sì, soprattutto questo.

Siamo preoccupati perché iniziative del genere, idee del genere, non dovrebbero nemmeno nascere.

Si potrebbe scrivere tanto seguendo una qualunque di queste linee di pensiero, potrebbero nascere articoli infiammati (qualcuno chiami Grisù!), articoli distopici e pessimisti che prevedono l’arrivo del Grande Fratello nelle case degli italiani ma non attraverso la televisione (Spacciare deliberate menzogne e credervi con purità di cuore, dimenticare ogni avvenimento che è divenuto sconveniente, e quindi, allorché ridiventa necessario, trarlo dall’oblio per tutto quel tempo che abbisogna, negare l’esistenza della realtà obiettiva e nello stesso tempo trar vantaggio dalla realtà che viene negata… tutto ciò è indispensabile, in modo assoluto. – da La teoria e la pratica del collettivismo oligarchico di Emmanuel Goldstein; 1950)

Potremmo scrivere un articolo carico di ironia (e un po’ lo stiamo facendo) ma con la sola ironia rischiamo di sottovalutare il problema.

La nostra scelta? Diffondere la notizia e invitare chiunque sappia pensare con la propria testa a non accettare fatti di questa portata, invitare tutti a contribuire per impedire la rinascita dell’Indice dei Libri Proibiti.

E non si parli di “fraintendere” perché pur leggendo più volte la proposta Bovo/Costa fraintendere è impossibile.
Lasciate perdere il vostro credo politico, ignorate (per il momento) il Caso Battisti (e, signori miei, il primo che sfrutta il fatto per far scoppiare qualche flame parteciperà in prima persona a un rogo di libri, come combustibile) e tutto il resto: concentratevi sul fatto che un ulteriore passo verso le peggiori distopie che possiate immaginare potrebbe essere fatto molto presto e decidete se accettare o meno una cosa del genere. Non lasciate che siano gli altri a decidere per voi, che scelgano cosa dobbiate dire, leggere o pensare.

Scegliete se innalzare vincoli in nome della libertà oppure se quei vincoli volete romperli.

Il mio? Un appello e una finestra, il primo a voi (ve l’ho già detto) la seconda a questa notizia che come dicono QUI deve essere diffusa per non passare sotto silenzio o, peggio, essere presa sotto gamba.

Ricordate, non mettete le mani in tasca.
 

*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*


For my english and american's friends:

Berlusconi’s lackeys want to ban our books. They started from Venice. Let’s fight back!


queenseptienna: (GD Billie Bored)
Salve salvino! In onore della zia J. [livejournal.com profile] whysojokerina  che è tornata a noi (lode e gloria), apro questo post e la sua versione gemella sul Writer's Dream per aprire un dibattito di discussione con voi.
Il risultato verrà messo assieme da me e [livejournal.com profile] ayame_azuma  più altri schiavi scelti per l'occasione (essere diventata amministratrice del Writer's Dream a qualcosa servirà pure, no?).

L'argomento è il seguente:

°* - * Come le community di scrittura portano alla follia * - *°


Vi intriga già, vero? E scommetto che siete pronti ad affilare le penne (per i motivi più disparati).

Partiamo dal principio, il livello 1, EFP.
Nasce nel lontano 2001 e da esso nasce un'attiva comunità di giovani scrittori che hanno in comune non tanto i racconti originali, ma le fanfiction.
Nulla va ovviamente a rose e fiori e fioriscono così gli archivi paralleli (macchia di cui mi devo lavare anche io), i blog/forum/siti di critica e via dicendo.

Livello 2, i suddetti blog di critica, che si scontrano fra di loro come titani, mettendo a ferro e fuoco quello che non è altro che un divertimento: scrivere fanfiction.
Da questo livello nascono anche le mele marce, vedi Owasa.
Già, perché tutto questo porta alla nascita di una considerevole dose di fake.

Livello 3, ovvero l'armata brancaleone: la comunità di scrittura si sviluppa oltre all'EFP e approda su Livejournal, dove un noto tizio si prende la briga di avere il "dominio" su tutto ciò, portando il tutto ad un'esasperazione folle.
Nasce il bullismo virtuale in forma propriamente detta (in realtà c'era sin dal punto due e le mele marce, ma qui si intensifica)
Zia J. è stata così buona e gentile di avvisarmi del suo ritorno portandomi in omaggio un post riassuntivo sulla questione El Defe e tu tutto il punto 3 in generale.

Livello 4, passiamo a livelli nettamente superiori a gente precedentemente indicata e approdiamo al WD stesso, che da quando è nato è in lotta con utOnti che desiderano salirne all'amministrazione (in realtà non sanno quanto la cosa sia problematica e spossante... ok, la smetto, non sto mangiando popcorn da giorni guardando la gente scannarsi e ridere di ciò e_e).
Questo ha portato ad una serie di guerriglie interne mica da ridere, con nascita di forum morti (ogni riferimento è sempre puramente VOLUTO) alternativi, destinati alla deriva entro breve.
Ma parliamo solo della sezione Narrativa, dove ogni giorno vengono postati decine e decine di testi. Sceglietene uno a caso, entrerete nel magico mondo del flame e stiamo parlando di COMMENTI a dei racconti.

Livello 5, ovvero l'apice, l'editoria. Gli editori lottano fra di loro, ma soprattutto si rendono ridicoli lottando contro il Writer's Dream, che da sempre sostiene la libera editoria, ma non quella a pagamento.
Il problema è che casi di EAP kamikaze ne abbiamo a bizzeffe, ma anche di Free che hanno perso il lume della ragione ce ne sono.


Ora signori, a voi la discussione. Qualunque sia il livello di vostra competenza dite quello che pensate.

Ah, ovvio che il primo che interviene per insultare (tendenzialmente solo per i livelli 1, 2 e 3, perché se il mondo dei racconti originali avesse delle iene al pari di quello delle fanfiction sarebbe decisamente più stimolante) verrà bannato senza indugio.

Enjoy


EDIT IMPORTANTE: dato che non pare chiaro ai più il motivo per cui io e [livejournal.com profile] ayame_azuma abbiamo deciso di comune accordo di aprire questo post, non è di sentire vita, morte e miracoli su Owasa e compagnia cantante, visto che NON E' IMPORTANTE AI FINI DELLA NOSTRA RICERCA, bensì è mirato a sapere se anche voi avete notato, nelle community di scrittura (QUALSIASI ESSE SIANO) un grado di litigiosità fuori dalla norma. Se dal punto 1 al punto 3 voi non avete mai frequentato il fandom VA BENE LO STESSO, fate riferimento al VOSTRO percorso di scrittori! Avete bazzicato in community/fandom stranieri? Ok, va bene lo stesso! Non avete mai frequentato community e siete n00b dell'ambiente? Va bene uguale!
Capito adesso?
queenseptienna: (io)
E' successo che il 18 ho preso il treno e sono andata a stare per quattro giorni a casa di [livejournal.com profile] bad_asmodai , la mia moglia *-* e del suo fidanzato Carlos.
E' successo che sono tornata oggi e questi sono stati i miei primi veri giorni di vacanza.
Ci siamo divertiti un sacco, abbiamo guardato Harry Potter, fatto partitone a Guitar Hero (io con la batteria u_u e Chicca con la chitarra e la sua impressionante tecnica *invidia*), andati a Ferrara a "soli" -12°... insomma, è stato meraviglioso!

Inoltre abbiamo anche incontrato la mia tatina [livejournal.com profile] ayame_azuma , me la sono coccolata talmente tanto che volevo caricarmela in spalla e portarmela via (comunicazione di servizio: Linda RIDE. Lo fa spesso e ha uno splendido sorriso *-*) T_T La mia ciccina ç_ç *scoppia a piangere*

Quando oggi Chicca e Carlos mi hanno riportata a Milano avevo il magone. Sono stati giorni felici e splendidi ç_ç

queenseptienna: (Yoda)
Ogni tanto mi fanno delle foto, per cui vorrei condividerle con voi XD

Qui sono a Milano, città natia in cui sono tornata a vivere, insieme ad Arussil e Saya del Writer's Dream, con cui ci siamo incontrati *O*

Il trio dell'Ave Maria )


Qua invece sono io da sola, con le foto che mi ha fatto questa sera mia cugina Pilar dopo che mi ha fatto il pierging al labbro (è davvero brava o,o)

OMG! )


Sono cessa, diciamocelo ;O;
queenseptienna: (GD Billie sparo)
Caro editore *random* a pagamento che non capisci una beneamata sega, questa è una lettera per te, tanto lo so che leggi, voi editori a pagamento siete così banali... vi attaccate a me dopo aver visto che sopra [livejournal.com profile] ayame_azuma  non avete appigli, ma cascate male anche qui xD
Se ti è arrivato un manoscritto tarocco e tu sei stato così TANTO pirla da accettarlo e mandare una proposta di contratto senza neppure leggerlo... non lamentarti se riderò di te quando lo leggerai! xD
Non esiste il reato di "EVENTUALE Diffamazione". No no, proprio no.
Se tu leggi un manoscritto che è palesemente una boiata, sai già che te l'ho mandato apposta, non strepitare, non urlare, non millantare conoscenze di avvocati cugini di quarto grado e zii notai ultra centenari e soprattutto: non diffidarmi. Lo vedi quanto sono carina e puccia? *occhioni flap flap*
Perché se tu mi contatti con un avvocato, il mio ti ha già risposto. Il giorno prima. Noi del WD siamo gente con le palle, mica pizza e fichi.
Qundi, caro editore random a pagamento e anche un po' fessacchiotto, se leggi un manoscritto tarocco, sai cosa fai? Lo cestini.
Bravo, sì! Proprio come faresti con un manoscritto normale che non ti piace. Non sentirti offeso. Non hai perso il tuo prezioso tempo. Hai fatto solo il tuo lavoro.

Quindi ti chiedo: perché posti boiate, figliolo? (cit.)
queenseptienna: (io)
Torre di Carta è l'agenzia letteraria più economica del web; puoi girare tutta la rete, ma non troverai prezzi pù bassi dei nostri. Questo perché la Torre nasce con l'obiettivo di aiutare gli scrittori emergenti e di salvaguardare il loro portafogli.
Non vogliamo lucrare sui vostri sogni, e i nostri prezzi, mai superiori ai 50€ contro i 300-400€ minimi chiesti normalmente, ne sono una dimostrazione.

Noi di Torre di Carta siamo presenti nel background editoriale da anni, e vi garantiamo i migliori servizi possibili a un prezzo stracciato. Tutto a vostro favore.




CHI SIAMO:

Siamo un gruppo di appassionati di editoria, libri e scrittura che militano da tempo nel background editoriale italiano. Il team base è formato da tre persone, Linda Rando, Antonino Lo Iacono e Daniela Barisone, più svariati collaboratori free lance.
Torre di Carta nasce da una delle idee di Writer's Dream, l'antipatia per le agenzie letterarie, con i loro prezzi altissimi, le premesse e le promesse illusorie. E' per questo che i nostri prezzi sono così bassi, mentre quelli delle agenzie letterarie vanno dai 100€ ai 2000€.

Non siamo degli sprovveduti, e abbiamo tutti esperienza nel settore. Chi conosce Writer's Dream conosce anche la sua filosofia, ed è la stessa che caratterizza Torre di Carta: non vogliamo illudere o prendere in giro nessuno, e il nostro lavoro sarà improntato sulla massima chiarezza.


TORRE DI CARTA


NO EAP!

May. 30th, 2010 11:51 pm
queenseptienna: (GD Do you like thath bitch)
Editoria a pagamento: cos’è? È quella cosa per cui tu, aspirante scrittore a caccia di una casa editrice, devi sborsare soldi per vedere pubblicata la tua opera.
In altri termini significa che tu, impiegato presso una qualsiasi azienda, devi pagare il tuo capo 1200€ al mese. Perché? Perché sì, naturalmente, perché il mercato è in crisi e non pretenderai che l’azienda si sobbarchi rischi simili? Già ti permettono di lavorare e di avere un posto quando la crisi finirà, quindi zitto e firma l’assegno.

Questa è la prima giornata nazionale contro l’editoria a pagamento, caro scrittore, e siamo qui non tanto per protestare quanto per informare tutti gli autori che, come te, sono alla ricerca di un editore che pagare per pubblicare non è l’unico modo.
E non è nemmeno la regola.

Pubblicare non è un diritto. Non è un diritto inalienabile dell’uomo, si può vivere benissimo anche senza pubblicare un libro. Detto questo, pensa un attimo a una cosa. Prova a immaginare di avere solo la terza media e di volere, a tutti i costi, diventare architetto.
Cosa fai? Vai in uno studio e pretendi di essere assunto? No. Non lo faresti mai, nemmeno ti passa per la testa: non hai le competenze per farlo e un tuo errore causerebbe la morte di molte persone.
Allora perché intestardirsi sul voler pubblicare a tutti i costi? Diventeresti architetto corrompendo, pagando chi ti assume e sapendo che potresti ammazzare qualcuno?
Pubblicare senza averne le competenze equivale a voler fare l’architetto con la licenza media.
Se pagare l’esaminatore per farti passare l’esame della patente senza studiare è corruzione, pagare per pubblicare è perfettamente legale ma a conti fatti cambia qualcosa?
La maggioranza degli editori a pagamento pubblica qualunque cosa. A questo proposito guardati questo video.

Pubblicare non è un servizio. L’editore che sceglie di pubblicare un manoscritto non lo fa per carità divina, per fare un favore all’autore o perché l’autore gli è simpatico: lo fa perché crede che da quel libro potrà ricavarci qualcosa in termini economici.
L’editore è un imprenditore: scommette i propri soldi in ciò che ritiene redditizio; esattamente come fa chi acquista le azioni in borsa, esattamente come chi apre un’attività.
Pubblicare un libro è un lavoro. Un lavoro che va retribuito, perché su quel lavoro l’azienda ci guadagnerà. La tua azienda guadagna anche grazie al tuo lavoro; l’editore guadagna grazie al tuo libro.
Sarebbe come pensare a un ristorante senza pietanze: se chi gli fornisce gli alimenti non viene pagato il ristoratore rimarrà presto senza nulla da dare ai suoi clienti. Il ristoratore non chiede al suo fornitore di pagarlo per fornirgli la merce, è l’esatto opposto.
Ci pensi a un venditore all’ingrosso che viene apostrofato con “o mi paghi o io la tua merce non la prendo”?

Pubblicare senza essere conosciuti non è impossibile. Così come non è impossibile pubblicare gratis. Gli editori che pubblicano esordienti senza chiedere un centesimo ce ne sono a centinaia (e QUI ne potete trovare più di 120).
E se nessun editore non a pagamento ti pubblica ti si aprono due vie: rinunciare e pensare che probabilmente nel testo c’è qualcosa che non va o scegliere l’autopubblicazione tramite un POD (Print On Demand) come Lulu o Boopen o Ilmiolibro, avendo cura di dare la disponibilità del download gratuito assieme all’acquisto del testo cartaceo.
Se stai pensando che in questo modo, senza un editore a pagamento alle spalle, non avrai editing, correzione bozze, copertina e promozione sbagli: l’unica cosa che ti mancherà sarà la copertina.


queenseptienna: (GD Do you like thath bitch)
Preso dal WRITER'S DREAM


1° giornata nazionale contro l'editoria a pagamento



"Una manifestazione virtuale contro l'editoria a pagamento. In questa giornata sui vostri profili, sui vostri blog, sui vostri siti pubblicate articoli, frasi e contributi CONTRO L'EDITORIA A PAGAMENTO.
L'obiettivo? Raggiungere e INFORMARE quante più persone possibili.

Come fare? Con i blog, con i forum, con i siti web e - soprattutto - con i profili Facebook che ognuno di noi possiede. Il 31 maggio io prima perché sono più figa ognuno di noi dovrà scrivere (o condividere un articolo altrui, non è necessario scriverne uno proprio: il fine è quello di informare, non di fare esercitazione di scrittura) e pubblicare sui propri spazi un articolo contro l'editoria a pagamento e successivamente linkarlo sul proprio profilo FB, se ce l'ha.
Se decidete di condividere l'articolo di qualcun altro e avete comunque un blog, linkatelo anche lì.

L'obiettivo, come vi dicevo, è quello di arrivare a quante più persone possibili. E qui ci saranno i fuochi d'artificio."


Yurutsuki

Jan. 20th, 2010 12:28 am
queenseptienna: (GD Billie bianco)
Yurutsuki by Writer's Dream



Al via il concorso della Luna Tremolante: immaginate di essere davanti al fuoco e di vedere, nel calore che fa tremare l’aria davanti a voi, il Giappone feudale e la sua magia.
In quest’epoca d’onore, di rispetto, d’amore e di guerra, dovrete ambientare una storia fantasy in cui la solita magia è bandita. Gli elementi richiesti sono quelli orientali e se l’occidente ne avrà parte, usatelo per raccontare uno scontro tra le due forze.

Yurutsuki è la luna che oscilla, tra una stagione e l’altra osservando lo scorrere del tempo e il cambiamento che porta negli uomini. Cambiano le epoche ma non cambiano mai gli istinti e le forze che governano la magia, specialmente in oriente dove l’arcano e il mistico hanno tutt’oggi forza. Yurutsuki sono le quattro stagioni unite – Fuyu, Haru, Natsu e Aki – e ora, pochi giorni prima di Natale, ha inizio il Concorso d’Inverno.

I racconti che potranno partecipare al concorso, dovranno avere un tetto massimo di 20′000 parole. Il genere dei racconti, come avrete compreso, è il fantasy di matrice orientale (nello specifico, niente nani, maghi o elfi, le creature e le figure magiche dovranno essere di matrice giapponese); l’ambientazione è quella del Giappone medievale.

La particolarità di questo concorso è appunto lo Yurutsuki, cioè la presenza caratterizzante della stagione in cui è indetto il concorso nei vari racconti, in questo primo concorso l’Inverno. Dunque, sbizzarritevi e scrivete, approfittatene per conoscere un mondo fantastico che è quello del giappone feudale e per conoscerne i miti e le tradizioni, i primi racconti che verranno selezionati da questo primo concorso faranno poi parte di un’antologia che verrà pubblicata alla fine dell’anno (e dell’ultimo concorso stagionale), tale antologia verrà arricchita da quattro tavole tematiche a colori. Gli autori selezionati riceveranno in regalo una copia dell’antologia e un altro libro in omaggio.

Potete scaricare il bando da qui http://writersdream.org/concorsoinverno.pdf; vi avviso sin da subito che è fissata una quota di partecipazione di 10€: i soldi saranno usati per pagare le illustratrici e per curare, in seguito, la promozione dell'antologia.


Yurutsuki Yurutsuki Yurutsuki Yurutsuki
Yurutsuki Yurutsuki Yurutsuki
Yurutsuki Yurutsuki
Yurutsuki
queenseptienna: (GD Billie suck me)
Post multiuso XDDDDD




Questo layout è solo per [livejournal.com profile] ayame_azuma , segui le istruzioni per montarlo.

ANTEPRIMA:




Per vedere l'anteprima dal vivo (temporanea) clicca: [livejournal.com profile] queenskintest 


ISTRUZIONI

- Vai in seleziona stile e cerca "Flexible Squares", e selezionane uno a caso.

- Metti limpostazione senza sidebar e metti la pubblicità in verticale.

- Vai in Custom CSS e seleziona NO in tutti i menù a tendina

- Copia il codice nella casella e dai OK.








Ho terminato la prima illustrazione per lo Yurutsuki indetto dal Writer's Dream (a cui vi consiglio caldamente di partecipare *O*)

Ecco a voi PRIMAVERA terminata.


Spring by *queenseptienna on deviantART





Ecco inoltre un template in HTML per sito web ispirato ai Green Day. Per scaricare il materiale vi basta cliccare qua sotto e poi guardare sulla barra a sinistra ed infine cliccare su Download.
Per montarlo caricatelo via FTP e fateci un po' quello che vi pare XD


Green Day HTML layout by *queenseptienna on deviantART
queenseptienna: (GG Lady Billie)
Oggi la vostra mircolata queen pimperà l'opera della sua altrettanto miracolata figlia [livejournal.com profile] ayame_azuma  e del suo boy-friend [livejournal.com profile] joseph_lenoir  aka OninRa.

Il sito in questione è:


TORRE DI CARTA



Ma vediamo direttamente dalla presentazione del sito:


Bene, un altro blog sui libri direte voi. Che originali.
E invece no, miei cari, questo non è affatto l'ennesimo blog su libri, scrittura, editoria, minchiatine varie. Anche perché è un sito...
La Torre nasce proprio per dare agli altri - e a noi stessi, inutile negarlo - quel qualcosa che nei blog e nei siti dedicati alla lett(erat)ura non c'è.
Tratteremo sì di libri, belli e brutti, ma non vi parleremo dei soliti titoli su cui ormai non c'è più niente da dire o su cui siete stufi di battere il naso.
Tratteremo sì di editoria, ma non parleremo solo dei soliti nomi; tratteremo sì il fantastico e il thriller ma scordatevi di leggere le solite fesserie.

Anzi, proponiamo una sfida ai detrattori di fantasy e thriller: seguite le nostre rubriche di approfondimento, FairyTales, DarkTales e BloodyTales, leggete almeno un paio di articoli... e allora, ma solo allora!, diteci se siete ancora della stessa idea.


E ora andate e leggete *O*




Approfitto anche dello spazio che la sottoscritta è diventata supervisore (mod v.v) del Writer's Dream, il forum dedicato all'editoria e agli esordienti!
Questo ovviamente perché io sono una scagnozza di mia figlia v.v così poi qualcun altro potrà urlare plagio anche delle nomine a mod XD




Sì, ti perdono :D qualunque sia la cosa di cui stai parlando :D

Profile

queenseptienna: (Default)
queenseptienna

December 2016

S M T W T F S
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25 262728293031

Syndicate

RSS Atom

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Jun. 28th, 2017 12:19 am
Powered by Dreamwidth Studios