Misoginia

Jan. 22nd, 2013 09:00 am
queenseptienna: (Lanterna Verde - Hal Jordan)
Mi è capitato in questi giorni - non diremo da chi - di sentirmi dire che in quanto donna non posso essere una nerd.
Allora.
A prescindere dal discorso estremamente razzista di fondo, esattamente perché donne e nerd non sono parole che combaciano insieme?

Le donne non giocano ai videogiochi.

Emh. Scusa amico, gioco ai videogiochi ancora da prima che tu venissi al mondo. Ho sempre videogiocato, SEMPRE, persino quando qualcuno cercava di impedirmelo per estraniarmi dalla sua deficienza.
Non sono come quelle che si fa una foto mentre ciuccia il controller dell'X-Box. Sono una di quelle che prende la tastiera contro il muro urlano "DRAGONBORN! DRAGONBORN!".
O Nerevarine, ma scommetto, mio giovane amico, che tu nemmeno sai chi fosse il Nerevarine.



Non so voi, ma io non posso credere che esistano ancora persone, tra i cosiddetti nerd, che ancora mi giudicano perché portatrice sana di vagina. No, sul serio, è un po' come quando sono entrata per la prima volta in fumetteria e tutti mi guardavano tra l'incredulo e l'offeso perché omg una femmina.

Le donne non ne sanno davvero di fumetti.

Con questa chiudo, guardando con tristezza la mia collezione di fumetti sparsa per tutta la stanza e duramente raccolta negli anni. Forse lo dice perché mi sono sempre rifiutata di comprare Batman... o perché un fumettaro una volta mi disse "Ah, ma non lo sapevo che ti piacessere anche il fumetto ammmerregano".

queenseptienna: (Jeeves and Wooster - Loser I love you)
Siamo qui, per l'ennesima volta, a parlare di libri di carta vs. ebook. L'eterna lotta fra lettori digitali e i cosiddetti "lettori forti" (che non significa che leggono di più, ma che leggono solo su carta).

Una guerra che, a mio avviso, ha spaccato i maroni al prossimo.

In questi giorni infatti si è di nuovo risollevato più volte l'argomento, ma io vedo la situazione dall'interno, ovvero principalmente da blogger che di libri se ne occupa al punto da avergli dedicato un sito intero.
Mi capita spesso di avere a che fare sia con editori, sia con altri colleghi blogger e quelli che si votano ai libri sono esemplari terribili, parola mia.
Infatti sempre più di frequente mi ritrovo a partecipare da assenteista (nel senso che mi limito a osservare e ascoltare, perché se parlassi farei esplodere una bomba nucleare) a sterili discussioni di blogger che letteralmente piangono sangue perché le case editrici, grandi o piccole che siano, hanno deciso di non inviare più cartacei, ma solo ebook.
E giù piagnistei infiniti sul fatto che non ne vale più la pena di fare i blogger letterari se le case editrici non ti regalano più i libri.

PREGO?

No, davvero. Non sentite anche voi il rumore delle palle che mi sono cresciute e che si sono schiantate in terra?

Siamo in tempi di crisi (e Cthulhu sa solo quanto odio scrivere una frase del genere), i libri di carta costano (anche gli ebook, ma in misura minore) e le case editrici vanno avanti a fatica, soprattutto le piccole e le medie. Spedire gratis un libro ha un costo e un editore lo fa solo se nei confronti di quel blogger prova stima (come accade a noi di Scrittevolmente). Spedire un ebook ha costo zero, perché non lo si deve impacchettare, non lo si deve stampare, non si deve pagare il piego di libri e non si deve pregare chissà quale divinità che il pacco arrivi al destinatario senza intoppi.
Basta una mail e l'ebook è servito.

Ma non c'è l'odore della carta...

Seriamente, andatevene a fanculo.

queenseptienna: (Lanterna Verde - Hal Jordan)
Non so voi, ma a me succede spesso e mi fa incazzare come una biscia.

queenseptienna: (There isnt tripe for cat)
Titolo: Gli zombie non piangono

Autore: Rusty Fischer

Editore: Giunty Y

ISBN: 9788809768857

Num. Pagine: 243

Prezzo: 12 euro

Voto:

Trama: Maddy Swift è una studentessa un po’ imbranata, che frequenta il liceo della tranquilla cittadina di Barracuda Bay e ha una cotta per il nuovo ragazzo della scuola. Quando Stamp la invita a una festa, la sua vi­ta è destinata a cambiare per sempre. Piove a dirotto e Maddy, tutta agghindata, esce di nascosto dal padre. Dopo essersi persa diverse volte, finalmente intravede le luci della festa e viene colpita in pieno da un fulmine. Appena si risveglia, si ritrova con la faccia in una pozzanghera, stordita e completamente inzaccherata. Ma il fango è l’ultimo dei suoi problemi: è quel buco fumante nel cranio, il cuore che non batte più e i polmoni che non funzionano a farle sorgere qualche sospetto... Una volta a casa, dopo una rapida ricerca in rete, scopre con raccapriccio di essersi trasformata in una delle creature che più la spaventano: una morta vivente. Gli zombi non piangono, ma fanno ridere tantissimo.



Trovate la recensione QUI.
queenseptienna: (P0rn OMG)
Giorni fa avevo promesso un rant sulla letteratura erotica: chi sono io per esimermi?

In tempi in cui la saga di 50 sfumature impazza gettando sconforto in ogni dove, dire di essere una scrittrice di erotico è sempre più facile (se la gente accosta la mia produzione a quella della James mi viene l'ansia, però). A E.L. James bisogna dare un merito: l'aver sdoganato quello che prima era da dire sottovoce. Prima, appunto.
E' quel prima che mi fa incazzare, quel sottile perculamento alle spalle, quel bisbigliare sotto voce "ah, hai pubblicato sicuro, ma intanto è solo porno". Quel ridacchiare per declassare un merito altrui solo perchè quell'altrui è antipatico.
Io vorrei solo dire una cosa a queste persone: morite. Morite nella vostra infinita e putrida ignoranza. Crepateci, perché siete state le prime persone a correre in libreria a comprare 50 sfumature perché "OMG vediamo com'è il porno per signore". Consiglio la lettura inoltre di questo articolo di Grey.

Tornando in me vi svelerò una cosa: scrivere erotico mi diverte. Lo sapete perché? Perché nei miei racconti c'è tanta trama e si tromba poco e bene, a dispetto di qualunque cosa possiate dire. Alla prossima.

queenseptienna: (Jeeves and Wooster - Loser I love you)
Un titolo indubbiamente provocatorio da parte di una che ha fatto della scrittura la propria ragione di vita, ma penso di avere fatto abbastanza gavetta nel mondo editoriale per essere giunta a una conclusione: la scrittura porta alla pazzia e non sempre tira fuori gente come Lovecraft o Poe.
A me piace scrivere, lo faccio in continuazione (se non mi parte qualche blocco), scrivo per chiunque mi commissioni qualcosa o mi paghi, scrivo per mio piacere personale e scrivo per pubblicare. Poi c'è un'altra cosa che faccio: i cazzi miei. Cosa che il normale esordiente (cioè che ha pubblicato la sua prima opera) non sa fare e che quindi me lo fa odiare.

Ma quali sono le altre motivazioni, quelle che da operatore vedo tutti i giorni? Quali sono le cose che lo scrittore fa? Eccole qua:
  1. Crede che scrivere porti guadagno. E qui mi parte una sonora risata.
  2. Crede di aver scritto il libro del secolo. Scordandosi di bere la solita pratica tanichetta di umiltà.
  3. Pubblicando un libro si definisce scrittore. Apprendiamo da Wikipedia che lo scrittore è "colui che ha pubblicato almeno tre libri con una casa editrice che non produce prevalentemente scritti di esordienti". Stando a questa definizione nemmeno io sono una scrittrice ed è vero, ma finché mi fanno lo sconto del 50% al salone del libro non andrò certo a dire che non ho pubblicato con Mondy, che diamine.
  4. Tengono così tanto alla propria opera che non pubblicherebbero con nessuno se non con una big. Vedendo poi i propri sogni sfracellarsi contro lo scoglio della dura realtà.
  5. Se scrivono fantasy si ritengono meglio di Tolkien.
  6. Non si curano che la punteggiatura o la forma del proprio testo sia adeguata o conforme, tanto la loro opera è geGNale e ci sarà ben qualcuno di pagato per correggere gli errori.
  7. Non accettano l'editing da parte dell'editor.
  8. Se Mondy non li caga di striscio (come è ovvio che sia finché continuano a spedire roba non richiesta) allora si attaccano alla bufala che "eh sì, Mondy mi ha proposto un contratto ma mi hanno chiesto di pagare...". Ad oggi nessuno è ancora stato in grado di dimostrare che Mondadori fa pagare gli autori, sia chiaro.
  9. Se sono un filo più evoluti si rivolgono a un'agenzia letteraria e si incazzano quando questa fa pagare loro dei servizi.
  10. Crede che, se è riuscito a pubblicare, il suo libro sarà disponibile in ogni libreria d'Italia. Davvero, questa mi fa sempre un sacco ridere.
  11. Spamma. Spamma ovunque. Spamma dovunque.
  12. Crea una pagina Facebook per ogni libro che ha scritto, invece di una comoda pagina autore.
Potrei andare avanti per ore, ma non ho voglia e ho esaurito il rant.


queenseptienna: (BSG - Donnie Donowitz mazza da baseball)
Ne hanno già parlato due inferni, Hell e Helldoom, e noi di Scritty ne abbiamo chiacchierato nel nostro nuovo gruppo di discussione, ma ritengo di voler approfondire maggiormente l'argomento qui sul mio blog.

Voglio fare l'unione di due curiosi post apparsi in rete in questi giorni: Liberos e I book blogger rovinano la letteratura (articolo di Finzioni che riporta le parole di Peter Stothard), entrambi articoli che mi hanno fatto sgranare gli occhi dalla perplessità.

Partiamo dal post della Murgia con un botta e risposta applicato a me e alla realtà editoriale con cui mi trovo a che fare (sia come scrittrice, sia come "operatore del sistema").


1) Gli autori che contribuiscono alla bibliodiversità con queste produzioni fragili sono benemeriti e possono iscriversi a Lìberos senza la minima restrizione, sia che si siano auto-prodotti, sia che abbiano pagato un editore per farlo al loro posto.

Prego? A prescindere dall'affermazione sugli autopubblicati, ma quella sugli editori a pagamento? Stiamo mettendo sullo stesso piano autori che PAGANO UN EDITORE (o un tipografo, eh) per pubblicare a gente che fa da sé, probabilmente senza sborsare un centesimo? No, davvero no.


2) i percorsi di pubblicazione ordinari sono presenti e numerosi sia sull'isola che fuori. Chi si auto-pubblica però questo lo sa benissimo, perché spesso arriva alla decisione del self publishing proprio perché l'editoria intermediata ha rifiutato di pubblicare la sua opera.

Ho questa vaga, vaghissima idea che si stia facendo di tutta l'erba un fascio. In alcuni casi è purtroppo così, molti autori rifiutati da editori tradizionali hanno ripiegato sul self publishing, MA NON E' COSI' PER TUTTI.
Personalmente la mia prima opera è stata autopubblicata (Automatismo Meccanico). In realtà non l'ho mai mandato a nessun editore. L'ho autopubblicato perché quel giorno mi andava di farlo, perché la ritenevo un'opera troppo breve e immatura per il mercato editoriale (e facevo questi ragionamenti quando la mia presenza al WD era ancora aleatoria, pls) e miravo per lo più a farmi leggere, cosa che è avvenuta con successo al punto che il mini romanzo vedrà una potente revisione per diventare un romanzo a tutti gli effetti che verrà poi ripubblicato con un editore che lo ha letto.


3) lo scrittore indipendente in realtà mira a essere pubblicato dall’editoria tradizionale.

Come nella risposta sopra: anche no. Poi il fatto che ci siano stati editori che hanno creduto nel mio lavoro e altri che continuano a farlo, è solo una dimostrazione di quanto l'affermazione sia sbagliata.


4) Auto-pubblicatisi in nome della filosofia dell'individualità, non hanno poi alcuna remora a rivolgersi alla comunità editoriale (librai, bibliotecari, giornalisti culturali, altri autori, reti di lettori) per promuoversi.

Capito autopubblicati? Statevene nel vostro ghetto a Varsavia.


5) Il lettore di un autore indipendente non è tutelato nell'acquisto e nella qualità dell’opera che si appresta a leggere, in quanto il testo non è stato giudicato a priori dagli esperti del settore

Che notoriamente sono dei geGNi e pubblicano invece una marea di libri di merda, in particolare nella young adult e nell'urban fantasy (o fuffa come 50 sfumature di grigio) che invece sono di indubbia qualità.


6) lo scrittore indipendente non avrà mai la necessaria competenza per pubblicare un testo che sia all’altezza di quello di una casa editrice.

Quindi in automatico lo scrittore è una capra ignorante e analfabeta che non è nemmeno in grado di scrivere. Fate uscire i libri direttamente con il nome dell'editor al posto di quello dell'autore allora, già che ci siamo.


Dopo questa marea di fuffologia applicata con lode, passiamo a Peter Stothard e alla sua convinzione che i booksblog siano la rovina della società e causa dell'imminente fine del mondo: In un'intervista per il Guardian, il giornalista ha detto infatti che il proliferare dei book blogger dannaggia la critica seria e la letteratura stessa.

Leggendo poi il post di Finzioni, che riporta nella lingua di Dante le parole di Sir Peter, si scoprono poi le convinzioni di questo signore, per la quale i booksblog stanno scavalcando i meccanismi della critica tradizionale, rubando così lavoro ai veri esperti e bla bla bla.

Scovate le differenze fra i due articoli, poi aggiungeteci l'Annunziata che su l'Hufflington Post Italia afferma che i blogger non vanno pagati perché "esprimono opinioni e non riportano fatti come i giornalisti" e avrete così un bel resoconto della gente a cui siamo in mano.

Buona giornata e mi raccomando, tutti a pecora.

queenseptienna: (The Walking Dead - Rick - Pugno)
Post originariamente pubblicato per House of Books.


C’erano una volta i concorsi letterari. Quelli a cui inviavi il tuo racconto e venivi selezionato/scartato in base alle effettive capacità con cui scrivi un racconto.


Ora la nuova frontiera è la community dove si vince a forza di like, in base a quanti amici si ha e – udite udite – dovete pagare per inserire il vostro brano.


Stiamo parlando di Talent Zone, community di Lettere Animate che, non felice di dare 1 euro per ogni libro venduto a un noto portale anti-eap ora POD (CIT.) (si noti che al momento in cui scrivo di questa vecchia news non si trova più traccia, grazie a Cthulhu), ha aperto questa community che lascia un po’ l’amaro in bocca.

Leggiamo il regolamento:

Cos’è Talent Zone?

Talent Zone è un nuovo portale italiano dedicato alla scrittura nel quale sarà possibile condividere i propri scritti, essere votati e vincere premi.

Chi può partecipare?

Chiunque voglia, basta registrarsi.

È a pagamento?

L’iscrizione non è a pagamento, ogni condivisione ha un costo di € o,40 meno del prezzo di un caffé per poter partecipare a Talento Zone e vincere premi!!

Come faccio a condividere ?

Nulla di più semplice. Una volta effettuata la registrazione puoi acquistare un pack o condividere il single post andando nel “MENU UTENTE” – “INVIA CONTENUTI” compilare il form con Titolo – Categoria – Breve descrizione – Data di pubblicazione e inserendo l’allegato con il tuo testo, finalizzare il tutto cliccando su INVIA!! Il gioco è fatto!

Ok, ho condiviso e ora ?

Ottimo, adesso il pubblico può votare la tua opera e farti entrare in classifica. Il meccanismo di votazione ( così come la classifica ) usa la formula classica delle classifiche discografiche e cinematografiche, per cui anche l’ultimo arrivato può entrare subito in classifica! Condividi e fatti votare.

Che si vince?

Ogni mese (il primo giorno di ogni mese) si decreterà il vincitore del mese precedente. Chi sarà primo potrà vincere premi in denaro, oggetti, gadget e contratti di pubblicazione. Ogni mese verrà proposto il premio.

Le miei condivisioni saranno per sempre disponibili?

No, per avere un discreto riciclo e dare spazio a tutti le condivisioni avranno una durata di 3 mesi dalla data di inserimento indicata al momento della condivisione.

Fatemi capire: debbo pagare 40 centesimi (meno di un caffé? A me il caffé fa schifo per inciso e quei 40 centesimi sono un terzo di biglietto della metropolitana di Milano o Torino, quindi NO, non sono pochi) per un testo che dopo tre mesi verrà cancellato e potrà vincere solo in base a quanti amici ho a votarmi (presumo che chiunque abbia partecipato almeno una volta nella vita a cose del genere, sia per via diretta, che per via indiretta sentendosi pregare per avere un voto. A me è successo. Più volte. Lo trovo odioso.).

Che non mi si venga a portare la solita scusa del “40 cent sono un prezzo irrisorio, abbiamo le spese del sito da mantenere”. Balle, un dominio .eu costa circa 5 euro all’anno e un host meno di 16.

Ok, mettiamo che io abbia scritto un testo veramente valevole, ma ho pochi amici a cui farlo votare o più semplicemente mi dà fastidio importunare la gente chiamandola alle due di notte per avere un like (anche questo mi è successo). Cosa succede? Che il mio testo non vincerà MAI e poi MAI, perchè non è scelto da personale competente, ma in base a quello che si chiama amykettismo.
Il tutto per vincere un glorioso premio: non la pubblicazione, non una raccolta antologia, ma... *rullo di tamburi* ...50 euro.

Poi vogliamo parlare della massa di refusi presenti nel regolamento? Ne vogliamo parlare? No, non ne parliamo, che mi pesa il culo.

Una caduta di stile per una casa editrice che si è sempre distinta nel panorama italiano con degli eccellenti prodotti.

queenseptienna: (The Walking Dead - Promo)

Oggi ho visto la 2x07 di The Walking Dead e sono rimasta un po' WTF?
Allora, puntatone spettacolare, Shane (che è vivo, ma vabbé) che apre il fienile di Hershell, escono zombie da ogni dove e cosa mi salta fuori per ultimo? SOPHIA.

Esattamente. SOPHIA.

Sette puntate a inseguire una ragazzina che si è trasformata in uno zombie.
Sotto cut il rant - SPOILER

SPOILER SPOILER SPOILER SPOILER DI ZOMBIE )



queenseptienna: (Robot)

« Stammi a sentire Montag: a tutti noi una volta nella carriera, viene la curiosità di sapere cosa c’è in questi libri; ci viene come una specie di smania, vero? Beh dai retta a me Montag, non c’è niente lì, i libri non hanno niente da dire! »

(Post copia-incolla da Writer's Dream a opera di
[livejournal.com profile] joseph_lenoir )

Lo riconoscete? Ne sentite l’odore? E il rumore?
La carta che brucia, crepita ed emana quell’essenza un tempo tanto diffusa, avete presente, no? Quei bei roghi dove tanti libri “eretici” (per i flamer: si notino le virgolette, grazie) venivano gettati, in confronto l’odore del napalm alla mattina non vale niente.

Ray Bradbury ci ha pure scritto un libro, Fahrenheit 451, che guarda caso è il libro da cui abbiamo colto la citazione iniziale di questo post.
 

Sapete, non sapevamo che scrivere a proposito della proposta portata avanti a Martellago da un consigliere del Pdl, Paride Costa e da un cittadino, Roberto Bovo.

Essere indignati? No, non è il caso, l’indignazione raramente serve a qualcosa.
Arrabbiati? Anche, va bene che “dobbiamo essere tutti uguali, l’unico modo di essere felici e di sentirci tutti uguali” e che per farlo “dobbiamo bruciarli, Montag. Fino all’ultimo” ma sapete, una soluzione del genere non soddisfa me in primis e questo blog in secundis.

Preoccupati? Sì, soprattutto questo.

Siamo preoccupati perché iniziative del genere, idee del genere, non dovrebbero nemmeno nascere.

Si potrebbe scrivere tanto seguendo una qualunque di queste linee di pensiero, potrebbero nascere articoli infiammati (qualcuno chiami Grisù!), articoli distopici e pessimisti che prevedono l’arrivo del Grande Fratello nelle case degli italiani ma non attraverso la televisione (Spacciare deliberate menzogne e credervi con purità di cuore, dimenticare ogni avvenimento che è divenuto sconveniente, e quindi, allorché ridiventa necessario, trarlo dall’oblio per tutto quel tempo che abbisogna, negare l’esistenza della realtà obiettiva e nello stesso tempo trar vantaggio dalla realtà che viene negata… tutto ciò è indispensabile, in modo assoluto. – da La teoria e la pratica del collettivismo oligarchico di Emmanuel Goldstein; 1950)

Potremmo scrivere un articolo carico di ironia (e un po’ lo stiamo facendo) ma con la sola ironia rischiamo di sottovalutare il problema.

La nostra scelta? Diffondere la notizia e invitare chiunque sappia pensare con la propria testa a non accettare fatti di questa portata, invitare tutti a contribuire per impedire la rinascita dell’Indice dei Libri Proibiti.

E non si parli di “fraintendere” perché pur leggendo più volte la proposta Bovo/Costa fraintendere è impossibile.
Lasciate perdere il vostro credo politico, ignorate (per il momento) il Caso Battisti (e, signori miei, il primo che sfrutta il fatto per far scoppiare qualche flame parteciperà in prima persona a un rogo di libri, come combustibile) e tutto il resto: concentratevi sul fatto che un ulteriore passo verso le peggiori distopie che possiate immaginare potrebbe essere fatto molto presto e decidete se accettare o meno una cosa del genere. Non lasciate che siano gli altri a decidere per voi, che scelgano cosa dobbiate dire, leggere o pensare.

Scegliete se innalzare vincoli in nome della libertà oppure se quei vincoli volete romperli.

Il mio? Un appello e una finestra, il primo a voi (ve l’ho già detto) la seconda a questa notizia che come dicono QUI deve essere diffusa per non passare sotto silenzio o, peggio, essere presa sotto gamba.

Ricordate, non mettete le mani in tasca.
 

*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*


For my english and american's friends:

Berlusconi’s lackeys want to ban our books. They started from Venice. Let’s fight back!


queenseptienna: (GD Mike powa!)
Ecco a voi le vincite dei Grammy Awards!

Best Rock Album: 21st Century Breackdown - Green Day
-Best Pop Performance By A Duo Or Group With Vocals: "I Gotta Feeling" - The Black Eyed Peas
-Best Pop Vocal Album: "The E.N.D." - The Black Eyed Peas
-Best Traditional Pop Vocal Album: Michael Bublé Meets Madison Square Garden
-Best Solo Rock Vocal Performance: "Working On A Dream" - Bruce Springsteen
-Best Rock Performance By A Duo Or Group With Vocals: "Use Somebody" - Kings Of Leon
-Best Metal Performance: "Dissident Aggressor" - Judas Priest
-Best Rock Instrumental Performance: "A Day In The Life" - Jeff Beck
-Best New Artist: Zac Brown Band
-Best Male Pop Vocal Performance: Jason Mraz
-Best Male R&B Vocal Performance: "Pretty Wings" - Maxwell
-Best R&B Performance By A Duo Or Group With Vocals:"Blame It" Jamie Foxx & T-Pain
-Best Rap Solo Performance: "D.O.A. (Death Of Auto-Tune)" - Jay-Z
-Best Rap Performance By A Duo Or Group: "Crack A Bottle" - Eminem, Dr. Dre & 50 Cent
-Best Rap Album: "Relapse" - Eminem
-Best Hard Rock Performance: War Machine, AC/DC (fanculo, speravo vincessero i Metallica con The Unforgiven III ç_ç)









Signori, i Green Day hanno vinto il Grammy come Best Rock Album!!!!

I Green Day si sono esibiti con il cast del musical American Idiot in una rappresentazione di 21 Guns a dir poco pietosa.
La voce di Billie Joe si sentiva a malapena a fianco di quelle due oche che praticamente lo hanno soppresso con le loro voci liriche, naturalmente lui si sforzava per farsi sentire ed è venuto fuori stonatissimo. Una disgrazia.
Quelli del cast ci hanno dato dentro, niente da dire, ma i tamburi di Tré quasi non si sentivano.
L'unico che mi ha soddisfatta è stato Mike: se dio ha una faccia, quel volto è il suo! *osanna*

Io il cast di AI lo detesto, un musical non è nello spirito dei GD! Non ha senso, è una commercialata vergognosa, meno male che loro non ci cantano ò.ò
E la cosa si è dimostrata piuttosto evidente questa sera.

Per concludere, i GD hanno perso due grammy contro i Kings of Leon (che se li ficcassero in quel posto) e la cosa ha fatto piuttosto discutere, ma anche loro sono dei deficienti, invece di andare in lista con 21 Guns potevano andare con 21st Century Breack Down, con quella non li batteva nessuno!



Mike è Dio *ççççççççççççççççççççççççççççç* *sbava copiosamente e non si vergogna nemmeno un po'* XD




Cioè dai, è fantastico! XD Quando la tipa gli va vicino la guarda e sbuffa come a dire "levati dalle palle e non mi toccare"! Sono morta di lol XDDD

Poi per fortuna, quando erano sul Red Carpet, è spiccata l'assenza di Ruri la cozza, quindi Tré, libero dalla sua maligna influenza, è tornato ad essere l'idiota di sempre u.u Speriamo bene! Grosso panda ciccio-mono palla, torna ad essere tu ç_ç

Cmq io, la Eli e la Cla, insieme alle ragazze del BOBD e tutte le fan americane e inglese ci siamo ritrovate a fare la telecronaca in diretta su Twitter fino a che, alle 2 circa, il server non è imploso e ci ha impedito di continuare! XDDD
Tra tutte, ho calcolato che abbiamo postato qualcosa come un minimo di 500 ad un massimo di 1000 tweet A TESTA in tutta la serata °_____° una roba impressionante! XD




Per [livejournal.com profile] xel1980 e [livejournal.com profile] laurazel: Alla fine Robert è arrivato xD






Vedere quella cozza di Lady Gaga cantare insieme ad un MITO come Elton John mi ha fatto cadere in terra le palle che non ho. Non so se mi spiego... una cosa ributtante. Già lei mi fa venire l'orticaria (mi capita con tutte queste stellette che sono tanto osannate e l'anno prossimo finiranno nel dimenticatoio), in più se me l'associate ad un grande così... bah.



Dopo aver sfilato con un vestito di Armani tutto particolare, come si può vedere in foto, si è esibita in un duetto con Sir Elton John (un mashup di "Speechless" e "Your Song") e ha portato a casa due Grammy Awards per "Poker Face" nella categoria Best Dance Recording e per "The Fame" nella categoria Best Electronic/Dance Album.




Beyoncé si è rivelata, non a sorpresa, la diva per eccellenza dei Grammy 2010 con la vittoria in cinque nomination:

- Song of the Year: "Single Ladies"
- Best R&B Song: "Single Ladies"
- Best R&B Contemporary Album: "I Am ... Sasha Fierce"
- Best R&B Female vocal R&B: "Single ladies"
- Best Traditional R&B Performance: "At last"

queenseptienna: (GD Mike powa!)
In memory of family and friends who have lost the battle with cancer; and in support of the ones who continue to conquer it! Post this on your LJ if you know someone who has or had cancer.

93% won't copy and paste this. Will you?



---------
I cannot abide who jokes about cancer... I lost too much beloved persons because of this terrible illness...



------
Preso dalla Lalla <3

YOU FAIL.

Jan. 10th, 2010 09:26 pm
queenseptienna: (GD la la la la la la la)
Riguardo a chi fa gli amorevoli *pat pat* a [livejournal.com profile] el_defe  [STAMINCHIA [livejournal.com profile] el_defe  (cit. necessaria)], uomo (WTF?) che assolutamente NON è ossessionato dalla mia augusta (XD) persona (ho appena contato all'incirca una buona decina di post pubblici contro di me nel suo lj, con spezzoni di miei interventi amorevolmente fatti a pezzi per fare capire l'esatto inverso, senza poi contare gli innumerevoli post fatto come Owasa, o quelli lockati nel suo lj. Dicevo, giusto per NON far vedere quanto sia ossessionato da me XD), rimando A QUESTO post di [livejournal.com profile] nasreen44 , che come sempre sa spiegare mille volte meglio di me le cose.


Inoltre vorrei fare la mia, aihmé, consueta omelia alle teste di legno:

*si schiarisce la voce* a chi dice che sto cercando di risoleevarmi, di togliermi la bratta di dosso, di mettermi in buona luce... IMPARA A LEGGERE, che è sempre una buona cosa. Nella vita torna sempre utile.
Ricapitolando, dato che io non devo AFFATTO mettermi in buona luce, visto che nella cattiva mi ci ha messo uno che ha perculato l'universo per tre anni di fila, oserei dire che non ci sono mai stata.
Secondo: dato che io non sono una bimbaminkia che passa TUTTO il giorno su internet al contrario di altri (non è difficile, basta osservare i vostri due o tre tweet su Twitter al minuto per comprendere), ma sono una donna SPOSATA (concetto difficile, capisco quando il proprio cervello è stato risucchiato da un pc), con ruoli e doveri ben definiti, con faccende da fare, con altre millemila stronzate come responsabilità che nessuna delle succitate bimbeminka possiede, non è difficile capire che ME NE SBATTO di tante cose. E se presto ascolto da un orecchio, è probabilmente per pura noia.
Terzo: alle belle gioie che commentarono all'epoca da Owasa dedico un gradioso YOU FAIL.
Quarto: in merito alla questione in cima a questo post, mi pare quanto meno ridicolo che le persone che commentarono da Owasa (vedi punto tre) o sul blog di Def lanciandosi come beote (se vi offendo, cazzi vostri. Ve ne stavate zitte) contro la sottoscritta (o contro Nas, Aya o Aye) dicano POVERIIIIIINO ad un ridicolo individuo che ha fatto preso per il culo tutti, che ha scherzato su morte e tumori, che si è inventato un milione di personalità differenti, che ha buttato a mare tutta le credibilità dei suoi siti.
Perché diciamocelo: quando lui diceva che ero da allontanare PERCHE' LO DICEVA LEI/LUI, voi eravate tutte lì ad annuire e a urlare vendetta manco vi avessi stuprato il fratello. Io non merito il perdono (di che cosa poi XD), ma lui, nonostante quello che ha fatto sì? Lo trovo quanto meno disgustoso e ridicolo.
Perché ricordiamocelo bene: io ho sbagliato e so come, quando, dove e in quale misura. Ma non ho mai avuto personalità multiple, io non ho mai stalkerato nessuno, io non ho fatto rischiare crisi di nervi a nessuno, non ho mai scherzato sulla morte di NESSUNO, non ho mai organizzato la morte di NESSUNO. Io non ho fatto niente di illegale, io NON sono da ricovero, c'è questa sottile differenza.

Detto questo, fatevi un esame di coscienza.

Viva la Gloria




L'ultimo tentativo di pararsi il culo del signor [livejournal.com profile] el_defe A QUESTO post.

Vi metto la parte che mi riguarda con uno stamp al fine di evitare la perdita dei dati: http://i49.tinypic.com/o0cwnl.jpg

A prescindere da tutto, mio caro Def/Owasa: MA QUANTO SEI OSSESSIONATO DA ME? XDDDDD
Scompiglio? SCOMPIGLIO IO? Se tu ti fossi fatto i cazzi tuoi e ti fossi limitato alle vie private, non ci sarebbe stato nessuno scompiglio XD
HAI FATTO TUTTO TU :D




Ringrazio l'amministrazione di Acciofanfiction per aver fatto decadere tutti i provvedimenti contro la sottoscritta :)
queenseptienna: (GD Billie cigarettes)
Congratulazioni! Congratulazioni a [livejournal.com profile] el_defe  che finalmente ha confessato la sua camionata di vaccate nei confronti del fandom tutto! Complimenti! [livejournal.com profile] el_defe  ci svela il suo essere Owasa/Rita/Kar85 e dio sa solo chi altro! Venghino lor siori, venghino!

Dico subito che non sarò né gentile, né pucciosa. Non vedo perché mai dovrei esserlo con uno/una come te, con tutte le stronzate che mi hai detto davanti e didietro. 

Post pubblico perché non ho paura, post pubblico perché non sto gongolando/ridendo/lollando, no, dico solo che MI FAI IMMENSAMENTE SCHIFO. Te lo scrivo in grande così ti arriva meglio il concetto.
Post pubblico, perché hai sbloccato fake che NON ti risponderanno perché non esistono, ma sei talmente codardo e privo di coglioni da non aver sbloccato me ed Ayame.

Mi fai schifo, perché hai reso la mia vita virtuale un vero inferno per ben sei mesi, mi hai presa per il culo, mi hai fatta passare per quello che non sono e con me [livejournal.com profile] bad_asmodai, [livejournal.com profile] nasreen44 e [livejournal.com profile] ayame_azuma. Mi hai scassato le palle su [livejournal.com profile] plagiati  (di cui ovviamente mi ritengo libera da ogni accusa, a questo punto), come Owasa hai dato il peggio di te in una maniera VERGOGNOSA facendoti ridere dietro da chiunque ti abbia letto, ci hai impedito di stringere amicizie con persone solo grazie ai tuoi "sputtanemus", ci hai fatte bannare da tutti i siti del fandom.
Ti sei infilato a cazzo nelle mie beghe e di [livejournal.com profile] bad_asmodai  (non credere che mi dimentichi degli mp modificati a Photoshop, sai com'è, per quanto opinabile artista possa essere me ne intendo. Oh, dimenticavo il fake [livejournal.com profile] jackskeletonxx  !! Cielo, come ho fatto a dimenticarmi? Anche lui tuo, a questo punto!), personalmente mi hai fatto passare per una bestia nera dove gente priva di un minimo di intelletto si è fermata a leggere le tue deliranti affermazioni senza prima passare dalla sottoscritta per sapere dove stava il vero e dove stava il falso.

Quoto [livejournal.com profile] mkmaki  e [livejournal.com profile] nykyo  su quanto hanno commentato sul tuo lj, ti meriteresti una tale sfilza di calci in culo da non riuscire più a sederti per mesi interi.

Ma quello che più mi disgusta (cosa credi, che sia così n00b che non mi sia informata per filo e per segno su [livejournal.com profile] damagilraen  e la questione Kar?) è quello che hai fatto alle persone che di te si fidavano.
Le hai illuse, distrutte! Ma ti rendi conto che hai usato metodi orribili e orrendi MA PER COSA POI? Questo vorrei capire, questo!

Non pretendo scuse perché so che non me le darai mai, ma PRETENDO di vedere cancellato quella troiata di dossier su Criticoni (su cui non mi esprimo del tuo multi essere). , sono volgare, no, non me ne fotte un beneamato.

Quello che mi domando inoltre è: ma che persona sei? Che essere umano sei, ad aver passato ANNI a fingere di essere Dio sa solo quante persone diverse, per un motivo ancora mi è oscuro? Se ce l'hai con qualcuno, lo dici fuori dai denti, come hanno fatto tutti gli esseri umani da quando si è formata la Terra. 
TU! TU che hai predicato la coerenza pur essendo tu la più grande truffa esistente! Tu! Tu he mi hai presa per il culo quando la mia opinione era diversa da quella delle mie amykette e non facevo "fronte comune" come un branco di pecore. Io ho sempre ammesso di essere una persona incoerente, ma come diceva Wilde "solo gli idioti non cambiano mai idea". Quelli come te, giusto per fare un paragone.

Oh, ma quelli come te amano le uscite di scena teatrali, ma nessuno se ne va mai del tutto, no? Sono sicurissima che da qualche parte c'è già pronto un nuovo fake, accuratamente coltivato e preparato per prendere il tuo posto. E' naturale.
Sei affetto da una irrefrenabile malattia che ti porta a mentire compulsivamente. Hanno inventato gli ospedali psichiatrici. Non è un insulto, è un consiglio.
Fatti curare e fai del bene a te e chi è così disgraziato da starti accanto.

Ora mi domando chi prenderà in mano lo scettro di Criticoni, sicuramente la tua nuova identità, perché oltre alle presenze teatrali, quelli come te non mollano mai il potere (?).
Lo spettacolo deve continuare, diceva qualcuno.
C'è da chiedersi se rimarranno spettatori a guardarlo.

EDIT NECESSARIO: Ho creato un account [livejournal.com profile] queenseptienna1 per commentare nel post di [livejournal.com profile] el_defe. Troverete qui il trhead: http://el-defe.livejournal.com/176821.html?thread=1077429#t1077429 ma per sicurezza (prevedo a breve la cancellazione dei messaggi data la coda di paglia), ho fatto due screen della pagina:

http://i48.tinypic.com/mk8x2w.jpg
http://i48.tinypic.com/1zleowl.jpg

Metodi mafiosi? Forse, ma non vedo perché mai non dovrei usare le sue stesse brillanti tecniche contro di lui.


Alla cara e dolce [livejournal.com profile] lisachanoando che sul suo twitter ama darmi della merda dico: donna, ma ci sei, ci fai o ti droghi pesante?
Ma certo, tu mi conosci come se fossi tua sorella. Io non posso permettermi di giudicare quell'individuo che ha preso per il culo tutti, te compresa e tu ti permetti di dare della merda esibizionista a me. Sei nata poeta.
Oh, ora che hai dimostrato che ti lurko... E ALLORA? XD Dopo quello che ha fatto Def? XDXDDDD IPOCRITA.


EDIT NECESSARIO 2: Faccende Private è stato riaperto con un blog vuoto. Qualcuno forse voleva cancellare la cache di Google? *O*
queenseptienna: (GD Fuck All!)
Quando [livejournal.com profile] yoruko89  pensa mentre progetta un forno e io le patpatto virtualmente una spalla in segno di sostegno, spesso vengono fuori le cose più assurde... XDXD Ebbene, la giovin pulzella mi mise a parte di un'idea troppo LOL e oggi scopro con infito piacere che L'HA MESSA IN ATTO!

Ma leggiamo direttamente dall'introduzione:

Qui potrete dire la vostra, senza essere classificate come emodepresse o bimbeminkia, questo è il luogo dove si manda a fanculo tutto e tutti. Qui non sarete dolci, non sarete lovvose, non sarete corrette, sarete voi stesse con le palle girate.



E ora forza donne, massaie, lurker, stalker, nanetti da giardino, uova di Pasqua e blogger in crisi d'astinenza da flame! Andate e fanculizzate il vostro prossimo!!! XDXDXD


[livejournal.com profile] fuck_the_comm[livejournal.com profile] fuck_the_comm[livejournal.com profile] fuck_the_comm[livejournal.com profile] fuck_the_comm
[livejournal.com profile] fuck_the_comm[livejournal.com profile] fuck_the_comm[livejournal.com profile] fuck_the_comm
[livejournal.com profile] fuck_the_comm[livejournal.com profile] fuck_the_comm
[livejournal.com profile] fuck_the_comm
queenseptienna: (Ansia)
Ho trovato su You Tube questo video. Propongo a tutti un po' di sana riflessione, io non mi pronuncio, non voglio ricordare. Mi tengo stretta la mia attuale taglia 50 e cerco di dimenticare quando erano molte di meno e con molte ossa di fuori.
Per fortuna è durato poco.






Profile

queenseptienna: (Default)
queenseptienna

December 2016

S M T W T F S
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25 262728293031

Syndicate

RSS Atom

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Oct. 17th, 2017 11:21 am
Powered by Dreamwidth Studios