queenseptienna: (There isnt tripe for cat)
Ho questo blog da sette anni.
Sette cazzo di anni.
Non so se rendo l'idea, ma è TANTISSIMO. Ho avuto relazioni che tutt'ora non raggiungono la quantità di tempo che ho perso dietro a questo blog XD
Che dire... un paio di rflessioni, come ogni anno: la prima è senza ombra di dubbio che Livejournal è morto. Defunto. Rinsecchito. Facebook lo ha ucciso malamente (e ancora mi ricordo quando non volevo iscrivermi né a quello né a Twitter e poi guarda come è andata a finire). Mi mancano i tempi lenti di questo blog, ma soprattutto mi mancano i suoi commentatori (perché so che c'è gente che legge, ma è il solito discorso del kudos: metto un pollice in su perché mi pesa il culo dire qualcosa). Sento proprio la mancanza di qualcosa che scorre più piano rispetto alla mia frenetica esistenza.
Quindi, come ogni santo anno, faccio voto di scrivere di più, di riprendere in mano le redini di questo posto e scrivere dei contenuti vagamente interessanti e non rianimarmi solo in epoca di p0rnfest.

Anno 2

Oct. 6th, 2015 09:25 am
queenseptienna: (Kirk PEW)

No, non anno 2 di Destiny, bensì di Scuola di Comics.
Inizio oggi il mio secondo anno di Fumetto (ma anche di Colorazione Digitale).
Sono in ansia.

queenseptienna: (There isnt tripe for cat)
Sono un po' in crisi.
Oggi mi tocca andare a fare la risonanza magnetica alla testa, sono già in panico dal mese scorso da quando mi è venuta la parestesia.
Mi sento come se avessi dei pesi sulle tempie.
queenseptienna: (BSG - Donnie Donowitz mazza da baseball)
Ieri ho scritto un post su Facebook.
Il motivo che mi ha spinto a farlo è stata l'irritazione incredibile che mi ha presa scorrendo la mia dashboard. Gente che conosco pronta a sperticarsi in accademiche stronzate quali "Queste due troiette dovevano starsene a casa loro invece che prendere i cazzi siriani", o "Dovrebbero essere magre e smunte, guarda come sono belle grasse", il tutto farcito da post di salvini e altre amenità.
Di chi stiamo parlando? Ma di Vanessa e Greta ovviamente, le due attiviste recentemente liberate.
Voglio approfondire in questa sede la questione, ovvero spiegare perché la gente è stupida e dovrebbe imparare a ragionare con il cervello invece che con il cazzo.

Read more... )

Allergie

Mar. 24th, 2013 10:00 am
queenseptienna: (Lo Hobbit - Fili)
Sono allergica a un sacco di cose: ai gatti, ai cani, ai conigli, alla polvere, alle graminacee, all'aspirina, a un antibiotico... ma soprattutto sono allergica ai furbi e a quelli che pensano di esserlo.

La prima allergia va a chi fa delle chiamate in antologia e pensa che il MIO testo diventi automaticamente SUO solo perché ho deciso di partecipare. LOL NOPE.

La seconda allergia invece va a chi prende un argomento polemico, vecchio di anni e possibilmente di cui non sa niente e lo usa dando la sua sconsiderata opinione.

La terza allergia invece va a chi crede che io sia tanto buona e cara, che faccia da psicologa aggratis e che sia una onlus: no, vaffanculo! Sono anni che il regime è cambiato e il regime dice "avete dei problemi? Sono VOSTRI problemi, non miei!"

La quarta allergia è per quei furboni che pensano che io non legga quello che scrivono, convinti che la mazzata in testa non arrivi inesorabile come invece puntualmente accade.


Come dicevo alla mia amante e socia a delinquere, forse la colpa è mia che non sono molto empatica. O forse sono solamente una fottuta stronza e la cosa mi piace un sacco.
queenseptienna: (Glee - Kurt - Born this way)
E' uscita oggi la mia ultima fatica letteraria in compagnia di [livejournal.com profile] livin_derevel. Si tratta di "La bella addormentata", il terzo episodio della nostra serie Fairy Tales.
Come sempre si tratta di un testo erotico, edito da Lite Editions. E come sempre, a parte sesso & love, vi promettiamo la solita vagonata di sane risate alle spalle dei due protagonisti, vittime incosapevoli delle nostre torture psicologiche. E sì, ci divertiamo un sacco a scrivere cose spassose!

Titolo: La bella addormentata
Autore: Daniela Barisone e Livin Derevel
Editore: Lite Editions

ISBN: 9788866653967
Collana: Fantaerotika
Prezzo: 1,99 euro

Tag: sash, gay, demenziale, comico nonsense, commedia, fiaba, fiabe, La bella addormentata nel bosco, travestitismo

Trama: Il principe Mike alla nascita viene maledetto da un potente stregone perché il re e la regina non l’hanno invitato ai festeggiamenti (in realtà lo hanno fatto, ma l’invito si è perso). Al compimento del suo diciottesimo compleanno andrà in Catalessi, uno stato di profondo torpore, finché il bacio del vero amore non lo risveglierà. Nel frattempo passa il tempo che gli rimane a picchiarsi con il principe di un altro regno, il giovane Ronan.
Compra: LINK

queenseptienna: (Richard Armitage 1)

Ho scritto questo post a mezzanotte, ma lo leggete solo adesso.
Voglio ringraziarvi tutti.

Oggi è il mio compleanno, faccio 27 anni e ho passato un paio di giorni tra depressione e mal di denti con la realizzazione che non sarò immortale. Detto questo ho spostato la filosofia del buon Arussil: non sto invecchiando, sto livellando. E sono al livello 27 di Elfo Scuro Ladro. O Lasombra. O giornalista tedesco albino. Dipende dal GdR.
E mi offrirò come tributo agli Hung--- no ok, pensiamoci.

Consideravo inoltre che sarebbe stato probabilmente il primo anno in cui non avrei ricevuto un regalo, sono quelle cose che ti gettano definitivamente nell'età adulta. Così pensavo, ma poi è arrivata [livejournal.com profile] naripolpetta con questa piccola meraviglia che mi ha fatto piangere e dire "no, non sarà quest'anno il compleanno triste".
C'è chi come Claclina mi manderà una cartolina o come Monica che mi porterà fuori a cena. Hush non lo vedrò, ma ci incontreremo domani e faremo finta che domani sia oggi, come "l'enorme Picasso che è la nostra relazione" (cit. sua).
C'è chi esaudirà alla mia richiesta e mi posterà tante foto di Richard Armitage in bacheca su FB (o chi mi farà gli auguri lì).

Oggi lo passerà in maniera atipica: andrò dalla parrucchiera e mi farò tingere di nero le punte dei capelli. Andrò dalla mia socia Alexia e insieme andremo a ritirare le copie stampate di Vae Victis che ha deciso di regalarmi. Avrò il mio primo vero libro stampato fra le mani ;_;
Viola mi ha mandato una foto delle tette della Ferragni, ma credo che fosse per aumentare la mia autostima, per cui non la giudico XD
I miei auguri vanno anche a Pellegrino Dormiente, mio autore, amico e collega della Mela. Facciamo gli anni insieme e già mi ha promesso meraviglie... tipo una nuova action figure di Punisher, PLS? ç_ç
Insomma, grazie a chiunque voi siate!

Alla fine vorrei concludere facendo il punto della situazione (un po' quelle cose che si fanno a fine anno, per dire): sono 27 e fin qui ci siamo. Ho raggiunto l'equilibrio sentimentale grazie a un uomo che ha imparato a rispettare le mie follie. Sono di nuovo a casa con la mia famiglia. Sto dimagrendo di nuovo. Ho smesso di farmi volontariamente del male facendo scelte sbagliate con le persone sbagliate e nel modo sbagliato. Continuo a dire cose orribili e soprattuto ambigue a chi non dovrei, ma ho il salvagente questa volta.
Ho amici splendidi che finalmente posso vedere. Avevo amici splendidi, ma che hanno preferito prendere altre strade: cazzi loro. Scritty va alla grande (due traguardi: Repubblica con l'articolo dei 10 blog letterari più influenti d'Italia e l'intervista con Rai Letteratura). ST-Books è un po' fermo, ma siamo riusciti a pubblicare CDC di [livejournal.com profile] livin_derevel. Con Lite ho perso il conto tra pubblicazioni e curatele di collane XD. Ho pubblicato Vae Victis e presto finirò anche il dannato romanzo steampunk (spero). Presto pubblicherò Infrasound. In tutto questo è nata La Mela Avvelenata grazie ad Alexia. Sono andata a votare e ho espresso il mio disgusto per questo paese votando Wario Wonti e il suo impero da Communist Party mosso da Cthulhu (da non intendersi come "ho votato Mario Monti", sia chiaro).
Continuo ad avere mal di denti, dovrò farmi togliere tutti i denti del giudizio e continuo a sentirmi dire di essere una persona sfuggente, ambigua e strana, ma ehy, non può essere tutto perfetto no?

Sono contenta.



______________________________________________________________________________________
Nota: come owner della Mela Avvelenata, ho creato un codice che potete usare sul sito per avere il 27% (sì LOL) di sconto. Inserite QUEEN27 nell'area coupon e compratevi quello che vi pare.

queenseptienna: (I'm a Jedi)
Il 2 Marzo, presso la Legatoria Libreria Borghi in via G.G.Mora 15 a Milano alle ore 16.00.

Interverranno Alexia Bianchini e Daniela Barisone


Ecco qui l’evento: https://www.facebook.com/events/432678243477763/441046239307630/?notif_t=plan_mall_activity

In occasione della prima apparizione in pubblico de La Mela Avvelenata, le crudeli Grimildi vogliono offrirvi un frutto avvelenato: uno sconto. Tranquilli, non morirete certo avvelenati… forse.

Vi regaliamo infatti uno sconto del 25% sul totale del vostro acquisto (anche se comprate più di un ebook) : potete usarlo una volta sola, per cui scegliete bene ;)
Il codice è valido dal 02/03/2013 al 03/03/2013 e vi basterà inserirlo nell’area coupon del vostro carrello prima di effettuare il pagamento. Il codice è APPLE00125.

E siccome non ci accontentiamo… verrà fatta una piccola estrazione per vincere una copia gratuita di Vae Victis, Il mondo dei Soffi Ardenti, R.E.M., Wolf e Appunti e Spunti!



Alexia Bianchini, con CIESSE edizioni ha pubblicato MINON, con Fiorella Rigonie, Io vedo dentro Te, romanzo sci-fi. Nel 2012 è stata pubblicata l’antologia D-Doomsday,

curata al fianco di Claudio Cordella. Con le Edizioni Scudo e Delmiglio Editore sono disponibili diversi racconti in diversi progetti antologici.

Con GDS Edizioni ha pubblicato l’antologia SYMPOSIUM, di cui è curatore. Con EDS ha pubblicato AlterEgo, raccolta di racconti cyberpunk, per le SCRITTURE ALIENE sono usciti diversi racconti di fantascienza ed è presente anche nell’antologia Creatori di Universi.

Editor, articolista. Curatore di antologie. È direttore del  webmagazine Fantasy Planet, fa parte della squadra che compone ST-Books, nuovo marchio editoriale della GDS nato dal sito di Scrittevolmente.com

Titolo: Il mondo dei soffi ardenti di Alexia Bianchini, calatevi nel magico mondo dei draghi!

ISBN: 9788898394043 – Collana: Fantasy – Genere: fantasy



Daniela Barisone, classe 1986, conosciuta nel web come Queenseptienna. E’ grafica, editor e correttrice di bozze.

Collabora con Dreamspinner Press. Gestisce il sito letterario Scrittevolmente.com e adora steampunk, fantascienza e distopie, oltre ai vampiri idioti. Collabora con altri blog, come Sognando Leggendo, House of Books e Hey Kiddo! (dedicato ai bambini).

Redattrice presso ST-Books, marchio editoriale nato con GDS e Scrittevolmente.

Autrice di Lite Editions e curatrice per essa di diversi progetti editoriali quali Fantaerotika, GialloNero e Il velo di Holmes.

Per la Mela Avvelenata produce il 90% delle cover.
Ha un blog: http://queenseptienna.livejournal.com/

Vae Victis di Daniela Barisone. Calatevi nell’orrore delle ossessioni e nella consapevolezza che a volte uscirne è davvero difficile…

Titolo: Vae Victis

Prefazione: Dario Tonani – ISBN: 9788898394005 – Collana: Horror



queenseptienna: (Marco Travaglio - Applauso)

Settimana scorsa ho avuto modo di scambiare quattro chiacchiere con la redazione di Rai Letteratura.

Chiacchierata
da cui poi è nata un'intervista via skype, in cui racconto come è nato
Scrittevolmente, cosa fa, in che ambito opera e soprattutto perché.

Potete trovare l'intervista qui e ancora ringrazio la redazione di Rai Letteratura per l'opportunità che mi è stata data! *si inchina*

queenseptienna: (GD Billie bianco)
E' uscito ieri per Lite Editions il secondo episodio della serie Fairy Tales, scritta a quattro mani da me e la socia [livejournal.com profile] livin_derevel.

Titolo: Cenerentola
Autore: Daniela Barisone e Livin Derevel
Editore: Lite Editions
ISBN: 9788866653776
Prezzo: € 1,99
Serie: Fairy Tales
Link all'acquisto: ePub
Trama: Ronan e il principe azzurro Mike tornano in una nuova avventura, questa volta ricalcando la celebre fiaba di Cenerentola. Tra sorelle dai dubbi trascorsi, matrigne non propriamente crudeli e maggiordomi incartapecoriti, i potrà il Cenerentolo Ronan congiungersi finalmente con Mike nel grande e sfavillante regno di… Los Angeles?

Tag: gay, slash, commedia, comico, demenziale, fiaba, fiabe, nonsense, travestitismo, linguaggio, Cenerentola

Anteprima: C’era una volta.
I sogni son desideri di felicità!” Cit. Cenerentola (Disney)
C'era una volta un regno, che non era poi così incantato, che si chiamava Los Angeles, in California.

Un giorno nacque un bambino, che venne chiamato Ronan e venne affidato ad una famiglia poco facoltosa della zona. La matrigna accettò di buon grado di prendere con sé quel piccoletto senza arte né parte, aveva proprio bisogno di qualcuno che obbedisse ai capricci delle sue figlie, Teresa e Madera, che avevano la sua stessa età, ma quanto a vezzi non erano seconde a nessuno.

Infatti Ronan aveva il compito di occuparsi della casa, delle faccende domestiche, delle pulizie, della cucina mentre le sorelle erano occupate ad apparire quasi nude nei video da inserire su YouTube, mentre la madre era indaffarata nel suo onesto lavoro di prostituzione.

Il povero ragazzino crebbe così in quella famiglia piuttosto... particolare, e si malediceva ogni giorno per la propria sfortuna. Quando riusciva a liberarsi e a sgattaiolare fuori incontrando altri giovani della sua età, tutti gli dicevano quanto fosse fortunato a vivere insieme a due bellezze del genere (le sorelle), ma Ronan storceva sempre il naso.

Infatti un giorno, mentre portava fuori la spazzatura, era rimasto a contemplare l'ingente passaggio di auto reali, che accompagnavano i regnanti a...

queenseptienna: (Repo The Genetic Opera - Graverobber app)
E' uscita in questi giorni la mia intervista su M/M Italia, dove parlo di me e di quello che faccio nella vita. Magari non ve ne frega niente, ma se volete farvi un po' di fatti miei potete andare qui e leggere.



Sullo stesso blog trovate l'intervista di [livejournal.com profile] livin_derevel, l'intervista d [livejournal.com profile] babycin e l'intervista di [livejournal.com profile] corneliagrey!



queenseptienna: (Ghigno Cain)
Io a [livejournal.com profile] babycin voglio un sacco bene. Motivo per il quale vi consiglio di fare un giro alla sua Triskell Edizioni, completamente dedicata alla narrativa romance e anche LGBT.

La Triskell sta anche lanciando una raccolta di racconti da inserire in un'antologia. Maggiori info QUI!





queenseptienna: (Kuroshitsuji - Sebastian grin)
Adiaphora è la mia (non ultima) recente fatica letteraria, (insieme a Biancaneve, in uscita sempre oggi, ma che vi spammerò domani) pubblicata con La mela avvelenata.

E' gratis, quindi correte ad acchiapparlo alla svelta proprio QUI.


Titolo: Adiaphora

Autore: Daniela Barisone

Collana: Free, Horror

Genere: horror, drammatico

Formato: ePub

Sinossi: Il termine adiaphora (dal greco ἀδιάφορα, “cose indifferenti”) era un concetto usato dalla filosofia stoica per indicare cose che sono al di fuori dalla legge morale, cioè azioni che non sono né moralmente prescritte né moralmente proibite.

queenseptienna: (GD Billie EVIL)
Tra Natali, onomastici e altre cose... ho gettato un occhio al mio profilo e ho scoperto che DUN DUN DUN oggi è il compleanno di Horseshoes and Heartgrenades, che oltre a essere il titolo di una canzone dei Green Day, è anche il nome definitivo di questo blog.
Il mio diario online compie la bellezza di quattro anni, anni in cui lo tradito ripetutamente con Blogger e Wordpress, ma alla fine... beh, ci sono fin troppo affezionata a questo posto che conta ormai sui 1000 post e si attesta sulle 700 visite giornaliere (grazie LJ Stats, per una volta sei stato utile).

Facciamo un po' di memorie, come si suol dire: il blog è nato il 25 gennaio del lontano 2009, per un'occasione piuttosto stupida a dire il vero, postare su uno spazio mio la fanfiction "Red Snow", la mia prima James/Severus. Mi ricordo che era un giorno in cui nevicava, nella città dove ho ambientato il Survival Blog. Era un po' un giorno di merda, con una situazione sentimentale/finanziaria di merda e con il solo scopo di evadere da una realtà di merda.

Con il tempo il blog è cresciuto, ma fino alla metà del 2012 è stato sempre e solo dedicato alle fanfiction, ai miei sfoghi personali, alle guerre tra fanwriter e alle ship wars. Poi è diventato qualcosa di davvero intimamente mio.
Tra queste pagine sono passate migliaia di persone (come attestano i quasi 5500 commenti presenti), tra cui amici, ex amici, gente che mi stava sulle palle e gente che mi sta sul cazzo ancora adesso, sconosciuti, autori, editori... insomma, davvero chiunque, persino mia madre.

Questo blog è stata la mia ancora di salvezza per gli sfoghi davvero intimi e privati, dove qualcuno è arrivato a tendermi la mano quando ne ho avuto più bisogno, ovvero nel novembre 2010.

Ho dato tanto e mi è stato dato tanto, sia in termini di affetto, sia di odio.

Con questo compleanno voglio inoltre fare un annuncio: probabilmente non scriverò più fanfiction, tranne quella volta all'anno in cui il p0rn Fest farà la sua comparsa. [livejournal.com profile] thestaticage_ff rimarrà a imperitura memoria di anni di onesto fanwriting, ma temo non verrà più aggiornato, né ho intenzione di iscrivermi a challenge, contest e altre menate (a parte il p0rn fest, si intende).
Ho deciso di dedicarmi interamente alla scrittura professionale e al campo editoriale. Questo non significa che non posterò più storie. Ho scritto gratis per anni e continuerò a farlo. La saga di Soft Nightmare è un palese esempio, così come lo è Verbatim. Sarà quindi La Mela Avvelenata, nuova casa editrice digitale che vi ho spammato ieri, il nuovo contenitore delle mie storie gratuite e non, tutte originali e non più fanfiction.
Semplicemente voglio dedicarmi ad altro, più precisamente a qualcosa di mio e basta.

Grazie per ogni cosa che avete fatto per me e per questo blog!

queenseptienna: (Star Wars - Storm Trooper)

La Mela Avvelenata – Editori digitali che credono nelle favole e nelle streghe cattive. E nelle loro mele.

La Mela Avvelenata nasce nel gennaio del 2013 come editore digitale. Si prefigge come obiettivo la pubblicazione di testi in vario formato, di diversa lunghezza, ma soprattutto di genere.

La Mela ha uno staff prevalentemente al femminile, ma non per questo debole: anzi, proporremo testi forti, audaci e sovversivi. Sono l’horror, la fantascienza, il fantasy e le contaminazioni i principali punti fermi. Un posto speciale ce l’ha anche la narrativa LGBT, che difficilmente trova posto nel mercato editoriale tradizionale a causa delle sue tematiche, ma che ha un pubblico vastissimo e affamato.

Puntiamo anche sulle pubblicazioni gratuite di racconti brevi, per promuovere i nostri autori e farci conoscere come editori.

La cura nell’editing e dell’aspetto grafico dei nostri prodotti saranno i nostri punti di forza.

Potete trovarci all’indirizzo http://www.lamelavvelenata.com/ dove potrete testare con mano la qualità dei nostri libri, scaricando quelli gratuiti.

P.S. Siamo in cerca di nuovi autori ώ

Misoginia

Jan. 22nd, 2013 09:00 am
queenseptienna: (Lanterna Verde - Hal Jordan)
Mi è capitato in questi giorni - non diremo da chi - di sentirmi dire che in quanto donna non posso essere una nerd.
Allora.
A prescindere dal discorso estremamente razzista di fondo, esattamente perché donne e nerd non sono parole che combaciano insieme?

Le donne non giocano ai videogiochi.

Emh. Scusa amico, gioco ai videogiochi ancora da prima che tu venissi al mondo. Ho sempre videogiocato, SEMPRE, persino quando qualcuno cercava di impedirmelo per estraniarmi dalla sua deficienza.
Non sono come quelle che si fa una foto mentre ciuccia il controller dell'X-Box. Sono una di quelle che prende la tastiera contro il muro urlano "DRAGONBORN! DRAGONBORN!".
O Nerevarine, ma scommetto, mio giovane amico, che tu nemmeno sai chi fosse il Nerevarine.



Non so voi, ma io non posso credere che esistano ancora persone, tra i cosiddetti nerd, che ancora mi giudicano perché portatrice sana di vagina. No, sul serio, è un po' come quando sono entrata per la prima volta in fumetteria e tutti mi guardavano tra l'incredulo e l'offeso perché omg una femmina.

Le donne non ne sanno davvero di fumetti.

Con questa chiudo, guardando con tristezza la mia collezione di fumetti sparsa per tutta la stanza e duramente raccolta negli anni. Forse lo dice perché mi sono sempre rifiutata di comprare Batman... o perché un fumettaro una volta mi disse "Ah, ma non lo sapevo che ti piacessere anche il fumetto ammmerregano".

queenseptienna: (Yay!)
Oggi sono particolarmente gioiosa!
A parte che i lavori che sto ultimando con la mia red twin Alexia, che stanno andando a meraviglia, e le future 4 pubblicaziono con Lite entro marzo, si è aggiunto un nuovo testo alla lista dei futuri pubblicati.
Si intitolerà "Come macchie d'inchiostro", uno sci-fi, e verrà pubblicato da Sogno Edizioni proprio come fu per Il ginepro.

Questa sarà la copertina:
Come macchie d'inchiostro

Come macchie d'inchiostro doveva partecipare a un'antologia, ma non è stato preso a causa della sua brevità (la versione originale contava poco meno di 6000 battute).
Sistemato e doverosamente allungato, l'ho sottoposto alla Sogno, che lo ha scelto per la seconda serie di racconti a 0.99 euro della sua collana curata da Diego Bortolozzo.

Un paio di parole su questo ebook: l'ho scritto da incazzata. Quel giorno ero veramente furiosa con il mio capo, che è appunto il personaggio comprimario. Per cui è una storia vera, a parte la faccenda delle due lune, ben inteso ;)


“Se amate la vita, non sprecate tempo
perché è ciò di cui sono fatte le vostre vite.”

Benjamin Franklin
queenseptienna: (GD Billie Bored)
Primo post non riempitivo dell'anno, oggi voglio ammorbarvi di considerazioni sul gaming (videogiochi) e come sia la mia percezione.
Premetto subito una cosa: queste sono le MIE percezioni, non pretendono di essere assolute verità e soprattutto vogliono essere "scambio".

L'antefatto è partito qualche giorno fa, osservando i nipoti giocare con la Playstation. Da lì sono iniziate le mie riflessioni sul fatto di come il modo di videogiocare sia cambiato dalla mia generazione a quella attuale.
Sarà che sono sempre stata una videogiocatrice incallita e che ho sempre preferito gli RpG, gli strategici, i simulatori e le avventure grafiche ai giochi di avventura o gli sparatutto (anche se non sono mancate incursioni per esempio con i vari Tom Clancy's games, da brava lettrice dei suoi romanzi), quindi FORSE il mio giudizio è spinto anche da questo, in ogni caso ho notato come chi gioca adesso i games non se li gode.

Ragazzini che di fronte alla prima giocata sbuffano annoiati e saltano filmati/spiegoni/descrizioni per potersi lanciare nell'azione, sparare, picchiare guidare (ok, ANCHE A ME PIACCIONO I GTA, ma quando ci giocavo io era GTA 1, caTSo quanto sono vecchia) e basta.
C'è da dire che il calo dei contenuti a livello videoludico attualmente è atroce. A parte Assassin's Creed (o anche la saga di Mass Effect, che pur non avendo completato ho gradito) non c'è stato un gioco che in questi tempi riesca a restarmi impresso, nemmeno Skyrim e dire che io adoro la saga di Elder Scrolls. Beh sì dai, Fallout.
Sì ok, bei giochi ce ne sono per carità, ma dopo che ci ho giocato una volta non mi ricordo nemmeno chi sia il protagonista. A me questa cosa non piace per niente. Ci sono personaggi leggendari che ancora mi porto nel cuore, ma qui siamo a livello di retrogaming, non so se mi spiego.

Poi quando dico che "i giochi non se li godono" intendo proprio il modo di giocare. A parte il saltare i pezzi, ma dove è finito il tempo perso a esplorare ogni singolo angolo della mappa per scovare oggetti, svelare misteri, prendersi un momento per studiare le infinite possibilità che un gioco può offrire (ma il problema di base resta che i videogiochi attuali di possibilità ne hanno ben poche).
Tutto questo io non l'ho visto. Solo appunto un spara/ammazza/corri, se va bene finisci il gioco e lo butti nella pigna di fianco e ne metti un altro.

Infine c'è anche la questione della periferica: genitori che regalono Playstation 3 e Wii come se fossero caramelle. Se si rompono pace, gliene si compra un'altra, sono piccoli e non conoscono il valore delle cose. Io ho la stessa Playstation 2 da secoli. Sono passata alla 360 solo perché mio fratello si è impietosito e me l'ha regalata (sono e sempre rimarrò una fervente sostenitrice del PC).

Magari sono solo pare mie, magari è la mia maniera da "anziana" di approcciarmi al gaming, magari è tutto nella mia testa, però boh, non è una sensazione piacevole.


PS. Quella che vedete nell'immagine è la copertina del celebre Monkey Island 1 (The secret of Monkey Island), uscito nel lontano 1990 ed è stato il primo videogioco che mi è stato regalato e a cui ho giocato. Non dico in che anno l'ho giocato perché poi vado pure a vedere se iniziano a venirmi le rughe ;_;


queenseptienna: (P0rn OMG)
Titolo: Nel freddo di Nordika tutto tace

Autore: Daniela Barisone

Editore: Lite Editions

ISBN: 9788866653745

Genere: fantasy, erotico

Prezzo: FREE

Dove scaricarlo: LINK

Trama: L’elfo Elenwen si ritrova bloccato a Windo, nella parte settentrionale di Nordika. Impossibilitato a proseguire il suo viaggio a causa della neve, l’ambasciatore si intratterrà prima con il curioso vichingo Ivan e poi con il riottoso jarl del luogo, Björn.

Anteprima: Windo era la capitale di Nordika secondo il suo jarl, Björn, che amava anche dichiararsi re dei re ignorando il potere della vera capitale, Solemhain’ra. La tempesta di neve era in atto ormai da giorni e giorni, rendendo così impossibili gli spostamenti, a meno che non si volesse morire assiderati in mezzo ai boschi.

E se morivi di freddo non eri un vero figlio di Nordika.
Elenwen odiava Nordika con tutto se stesso, invece, in particolar modo quel posto. Lui era un Elfo Alto, e il clima non gli rendeva facile adattarsi. Il suo fisico era fatto per vivere nel calore dei boschi delle sue terre, non per arrancare nel ghiaccio, nella neve e nelle rocce di quel bosco dimenticato da tutti gli dei di buon senso.

E pensare che all’inizio gli era sembrato interessante lasciare finalmente la sua patria e partire per il nord, diventando ambasciatore dei Thielner in quella terra di barbari incivili dove però si narravano le meravigliose storie di lotta contro i draghi, i discendenti di Akar.

Era stato a Meserwind, persino a Kriha, ma nessun posto superava in bellezza Nordika… certo, quando non nevicava e lui si trovava bloccato nel palazzo del peggior jarl che conoscesse senza poter fuggire.



Note sparse: Siore e siori è con piacere che vi presento la mia nuova pubblicazione, un racconto breve, nato l'anno scorso come fanfiction su Skyrim (eh...) e totalmente ritrasformato, mantenendo però tutto il mio amore verso questo capitolo della saga. Che vi devo dire, odio scrivere fantasy, ma l'ambientazione nordica si è ben prestata.
Vi auguro buona lettura (è free, fate lo sforzo) anche se io maledico lo scrivere fantasy e colgo l'occasione per ringraziare le decine di persone che hanno già scaricato l'ebook nonostante sia uscito solo ieri <3

Profile

queenseptienna: (Default)
queenseptienna

December 2016

S M T W T F S
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
25 262728293031

Syndicate

RSS Atom

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Oct. 17th, 2017 11:21 am
Powered by Dreamwidth Studios